Il Calabrescia pensiero

L’Italia a puttane

Posted on: 11 maggio 2007

No, non è un pezzo denigratorio nei confronti del nostro Bel Paese, è una freddura. Perchè pare che i genii al governo abbiano deciso che sia giusto sanzionare tutti coloro che siano intenti a contrattare incontri equivoci con donne disinibite e di facili costumi. Che sia giusto multare "l’Italia a puttane", per dirla facile. Di grazia, ragioniamo. Neppure io sopporto e tantomeno tollero quei disgraziati che obbligano donne indifese a prostituirsi, per carità. Lo sfruttamento della prostituzione va estirpato e distrutto. Ma qui siamo di fronte ad un bigottismo assurdo e impietoso. Si comincia tempo addietro: c’erano le case chiuse. Il signorotto bruttarello ma carico di grana aveva un ghiribizzo alle parti basse, entrava, pagava e via. Nulla si vedeva, tutto nel silenzio. I genii bigotti che fanno? Via, mignotte, chiudiamo le case che già di loro conto sono chiuse! In sostanza si resero fuorilegge i lupanari. Il risultato? Elimini l ufficio ma non le impiegate; le varie donne si son messe ad esercitare per strada, ovvio. Quindi mi domando, genii: meglio prima o dopo, quando chiunque, anche il piccolo più innocente le può vederle passeggiare mezze nude sul ciglio stradale? Si è voluto sistemare il problema per motivi, credo io, morali, ma dico, non è forse moralmente peggiore far si che anche chi non dovrebbe o non vorrebbe vedere tali discinte signorine, sia invece costretto a farlo? Ora i genii ripartono: basta! Non si esercita neppure in strada, se vi becchiamo, alè, euro e euro di multa. E, io credo, le conseguenze saranno peggiori rispetto alla prima genialata. Teniamo presente il soggetto che va a prostitute: non credo sia una persona serena. Poi, certo, ci sono anche tranquilli giovanotti con una voglia "alternativa" di divertirsi, ma presumo ci sia pure il cinquantenne depresso solo come un cane, che ci va per disperazione. Mi domando: non è che questi soggetti instabili, con questa nuova furbata, tentino di sfogare le loro frustrazioni con ragazze e donne di ben altra pasta? Detto in modo più chiaro: non avremo un aumento piccolo o grade che sia, di molestie o violenze sessuali? Chiariamo, ripeto che sono contrario allo sfruttamento della prostituzione, ma, se una ragazza decidesse liberamente di fare questa infelice scelta di vita, devrebbe esser lasciata libera di farla perchè, a mio parere, funge anche da sfogo verso i soggetti più pericolosi per la società. Più intelligente sarebbe imporre il pagamento di tasse sugli introiti, come verso qualsiasi professionista. Poi, è chiaro, tutti vorremmo che il mondo fosse più giusto, più morale, che nessuna donna voglia scegliere anche liberamente di umiliarsi, che nessun uomo raggiunga tale disperazione da cercare calore umano mercenario; ma ci sono sofferenze e situazioni che non si possono cambiare nè eliminare, bisogna quindi trovare il modo più intelligente affinchè si esprimano, ahi, amara espressione!
Se ne avessi la possibilità riaprirei le case chiuse, impedirei altresì il pagamento in denaro contante, privilegiando gli assegni: strade ripulite, incassi statali aumentati (per via del pagamento di imposte), scelte umane rispettate.
Ovviamente mantenendo viva la lotta a coloro che impongono la prostituzione, che deve essere una libera scelta della donna, per quanto discutibile.
Annunci

2 Risposte to "L’Italia a puttane"

Ragioniamo Albertuccio…le case chiuse a mio parere renderebbero la cosa troppo lecita…e poi secondo te le donne non verrebbero comunque obbligate? sei e forse anche peggio!!!! quindi a mio parere, non solo bisogna evitare di riaprire le case chiuse, ma bisogna aiutare queste donne, cercando di far saltare tutti i giri e i traffici che ci stanno sotto!! ok che tu vuoi le strade più pulite, ma le stesse donne credo vogliano una vita più "pulita"!inoltre…quante donne lo fanno per spasso? credo che se lo vogliono fare per qst ragione, non vadano sulle strade, ma cn il primo che incontrano…in una discoteca..in un bar….almeno secondo me…cmq poi va bhe…alla fine il mondo và per i fatti suoi indipendentemente da come la penso io…=)ciao ciao albertuccio!!!!

Ovvio, l ho detto che lo sfruttamento va combattuto. L obbligare a prostituirsi è cosa indegna, va combattuto. Può esser una libera scelta nel senso che può esser visto come un lavoro (eh, non tutte sono brave ragazze come te), oppure come un guadagnare su un qualcosa che piace fare… è scabroso e non lo condivido, ma mi sono sempre sforzato di essere obiettivo, e spero di continuare ad esserlo. ciaooooooo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: