Il Calabrescia pensiero

Occupato!

Posted on: 24 maggio 2007

Nuova bischerata dei Centri Sociali. Però stavolta non l han avuta vinta, una piccola reazione c’è stata.
Ecco il fattaccio.
Aula dell’ Università Statale, facoltà di Scienze Politiche. Suddetta aula, per motivi imprecisati, è inutilizzata da tre anni. Poco tempo fa, la genialata delle testine sociali: "We okkupiamo l’aula, tanto non è di nessuno". I motivi del gesto sono contrastanti; alcuni baldi autonomi affermano che l’occupazione serva a fornire uno spazio utile "Alla buona e sana discussione politica", altri, con dichiarazione datata 17 Maggio 2007, "Per avere uno spazio dove farci una canna dietro l’altra senza che nessuno rompa le scatole".
Ora, facciamo finta che la seconda motivazione non sia mai stata dichiarata. Facciamo finta che gli autori del gesto non siano i rossissimi Centri Sociali, per i quali ho una viscerale antipatia; questo aiuterà ad analizzare meglio. Poniamo che queste siano persone civilissime che, nelle loro dissertazioni politiche, pongano interessanti e valide proposte al funzionamento della Repubblica. Alè, così, per assurdo facciamoli diventare intellettuali-eroi. Anche se così fosse, cari amici, non avreste il diritto di occupare neanche la cantina di nonna vostra; la struttura non vi appartiene, se volete usufruirne in modo particolare dovete avere un permesso, e non è detto che vi venga dato.
Questo lo sapeva bene il preside, più baldo dei rossi baldi, il baldissimo. Anzi, lo chiamerò "Braveheart".
Bene, che ha fatto il William Wallace dei nostri tempi? Di notte ha fatto murare le porte dell’ aula incriminata (senza dentro i cannaioli, eh!). Finimondo.
Il giorno seguente parte il commando punitivo dei Grande Puffo (il quale, lo si evince dall abbigliamento, deve essere il capo carismatico di qualche centro); Il preside sta nel suo studio, con alcuni ragazzi delle liste studentesche. I cannaioli arrivano, gli sbattono in faccia il megafono gridando "Buongiorno signor preside!". Seguono spintoni (a onor del vero, bisogna dire, non finalizzati ad intaccare l’integrità fisica di Braveheart, almeno questo…), e distruzione di libri e quanto di più comodo da distruggere sia alla mano. Per sedare la situazione è necessaria la DIGOS, la polizia politica. Dell’orda selvaggia vengono riconosciuti quattro soggetti.
Questo fatto mi fa pensare al progetto (infausto) di legalzzare le droghe leggere e mi fa fare una considerazione più ampia, che comprende tutto lo Stato in generale.
Ne dirò più avanti. 
Annunci

3 Risposte to "Occupato!"

I am still me… Bee…    I don\’t know the however I like to comment your blog… perhaps because you write interesting things…    Laura and I have read him/it everything… with some work because Laura has had to translate me everything but… at the end we have read him/it…  I hope for you has visited my personal site… so you will reciprocate…  kisses   By Bee & Laura

Yes, i have visited your site, very nice! But I thought that your "house of derèon" was for women and man, is only for women! MMMM… what a pity! ahah!
ok, I must go, I want to write a new piece, I have a big ispiration!
Besos, chicas!

Bhe… I thought that you had understood him it that my line was only for women…  however me ago pleasure that you have visited my site and also that you are liked…  Now The diva Bee goes to work as always and also the Sunday…  Hi Alberto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: