Il Calabrescia pensiero

Il lavaggio

Posted on: 14 giugno 2007

Oggi mi son proposto l obbiettivo di pulire la mia adorata auto, per chi non lo sapesse una Subaru Forester ultimo modello da me battezzata "Carolina".
Nome orrendo, lo so, ma tant è…
Ebbene, stamattina iscrizione all uni per l esame di economia politica. Nel tornare butto un occhio alla carrozzeria. Sei sozza Carolina mia, mò ti fò lavare. Vado dal lavamacchine, la faccio lustrare solo fuori perchè dentro è talmente incasinata che ho vergogna a mostrarla. Arrivo a casa, ore 10. Pulisco bene i cerchi con la benza (mi piace che sian brillanti), lucido i cristalli, e passo alla tappezzeria. Fate conto che quando dico "tappezzeria" le luci si abbassano come quando il tizio di Zelig dice "all IKEA!!!!!!!"…
E’ d obbligo una delucidazione al mio lettore: Carolina è una "comunione di beni" tra me e mia mamma, essendo lei sprovvista di reddito l ho comprata e le concedo di usarla (o è il contrario?), poco importa se abbiam un altra auto: la golf è di babbo mio, se la tocchi ti morde. Detto questo, tutto è chiaro. Si sa, per la donna l automobile è una macchina con volante, cambio e ruote, raramente viene preso in considerazione il motore (confessa, lettrice, benza a parte, senza la quale non andresti a ciaccolare con le amiche, ti sei mai preoccupata di controllare il livello dell olio? C è anche quello!). Ma nella categoria motoristicamente parlando nefanda delle donne c è una sottocategoria ancora più micidiale: le ostetriche (si abbassano le luci). Perchè, ebbene si, mammà è ostetrica. Il risultato?
Sporco e briciole a parte, tutto ciò di integro e pressochè sterile che rimane contribuisce a formare un "altare della vagina", cosa che suscita ilarità qualora io dia un passagio ad un amico, e profondo imbarazzo nel caso di strappo a giovin pulzella. Lo dirò per le lettrici: per noi uomini l auto è l altare della nostra virilità: ci portiam a spasso voi e, se la situazione lo consente, ci spariam qualche garetta con gli amici. Vedercela utilizzata come altare della vagina è come ammazzarci. Ecco cosa ho rimosso: una rivista di "donna e mamma", 4 lubrificanti, 3 lenitivi, 6 salviette, 3 paia di guanti, uno sfigmomanometro (quello per misurare la pressione…), 5 ombrelli (5, roba da far invidia a Rihanna, si è ispirata alla mia auto quando ha scritto "umbrella"), 2 cd dei Finley (dico… i Finley… uccidetemi), carte varie, coriandoli (si, coriandoli!) e infine 1 tortina della Loacker sciolta, per fortuna sigillata nella sua bustina. Poi, ovvio, tappezzerie e alè…
3 ore. Il prossimo lurido stronzo comunista checca e pompinaro che mi sale in auto e me la insozza gli spezzo le gambe e gli faccio fare tante flessioni da fargli venire i muscoli pure al buco del culo! (Sognavo di dirlo da quando ho visto "Full metal jacket").
Comunque ora Carolina è uscita dal coma e sta bene.
Eccola:
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: