Il Calabrescia pensiero

Roberto Benigni

Posted on: 21 luglio 2007

Credo che tutti conosciate Roberto Benigni.
Credo che molti di voi mi stigmatizzeranno per quello che scriverò.
 
Qualche giorno fa il giullarotto è andato a Siena per leggersi allegramente la Divina Commedia.
E già qui mi giran gli zebedotti: che diavolo, abbiamo veramente bisogno di un tanghero che legga un’opera per noi? Siamo tutti regrediti all’infanzia, quando la maestra ci leggeva le storielle dopo la mensa? Essù, dai.
 
Ma questo è il minimo. Quello che mi fa ribrezzo, e francamente mi spaventa, è la grande importanza che si tende a dare all evento: arriva Benigni! Legge Dante! Ooooooooh!
 
Ma siamo usciti di cervello? E a questo cialtrone leggente si da pure una laurea ad honorem? Ma che maialata è mai questa? Per leggere basta la terza elementare.
Per leggere bene, come Dio comanda, al più tardi basta la terza media.
Esami esclusi, ovviamente.
Diamo una laurea ad honorem a tutti i quattordicenni allora.
 
Perchè è così che fa il Roberto: inizia col polpettone politico-sinistroide e continua leggendo a più non posso con la faccia da idiota ed esasperando l accento toscano.
Bella fatica.
 
Io so solo che c’è gente che una laurea in lettere se la deve sudare sui libri, e io stesso mi sentirei preso per il culo se si desse una laurea in giurisprudenza a qualsivoglia pirla che abbia letto pubblicamente anche 1000 articoli del codice civile.
Ma anche se li leggesse e commentasse tutti e 2969!
 
Perchè una laurea in legge è di più.
Perchè una laurea in lettere è di più.
 
Perchè è meglio studiarsela, la Divina Commedia, se la gente ha necessità di farsela raccontare da un ciarlatano qualsiasi allora stiamo messi male e tanto vale buttare via tutti i nostri libri che stiamo studiando, se nella società si è considerati paladini della cultura solamente essendo personalità come Benigni.
 
Dio, quanto non lo sopporto questo baduba.
Non sopporto neppure coloro che gli han dato l Oscar per averci rifilato il solito polpettone stantìo sulla shoah: "la vita è bella".
 
We, riprendiamoci da queste cadute e piantiamola li con sto ciarlatano.
 
E proviamo a vedere se, oltre a leggerla, la Divina Commedia la conosce pure.
 
Io dico di no.
 
 
 
Annunci

4 Risposte to "Roberto Benigni"

beh se pensi che al cavalier Berlusca gliel\’hanno data nel 91 in ingegneria all\’università della Calabria ….. all\’immondizia non c\’è limiteforse gli sarà servita per riprogettare il rinfoltimento della sua fluente chiomaA Bossi adesso la daranno in medicina cosi vediamo se si raddrizza la bocca e smette di sbavare come un lama e biascicare  parole strane  …. ah no quello lo faceva pure prima

Se mi si può permettere un rimprovero, su Berlusconi ok, si può scherzare, è quasi un must.
Ma Bossi, ideologia a parte, è una persona malata che non merita la presa per il culo a causa della sua malattia. Non credo che si diverta ad avere la bocca storta e a biascicare.
Invito tutti i futuri lettori a scrivere commenti che potranno essere scherzosi, licenziosi, magari anche stupidi.
Ma il rispetto della persona umana ci deve essere sempre e comunque. 

 si ma scusa, benigni non è mica il primo coglione che hanno preso x strada!
non so se hai presente tutti i premi che gli sono stati attribuiti (oscar del \’99 compreso)…
non è "uno che esaspera l\’accento toscano", e solo xk non condividi le sue idee politiche non puoi dire che è un cialtrone buffone e cazzate varie.
perchè allora vieni meno al rispetto di cui tu tanto parli.
ciao

 Se ho resente i premi attribuiti???
Ma abbi presente tu quello che ho scritto! Lo ricordo io stesso del suo premio Oscar.
E dico anche che è sato un gran bel furbone, perchè col solito polpettone ammufito dei nazisti qualche premiuccio nella saccoccia lo si porta via sempre. Bravo Robertone, fa un film sul regime castrista, vedrai che no se lo fila nessuno, buono addirittra se non ti pigliano a calci. Perchè siamo così: ancora qui a piangere per cose, ovviamente, drammatiche ma passate, e ce ne sbatiamo i coglioni di situazioni attuali altrettanto vergognose.
Macchissenefrega.
Inoltre gli do del buffone per atteggiamenti che lui stesso, per sua volontà assume: la volontà è sempre opinabile e criticabile.
Il rispetto incondizionato di cui parlavo e da riservarsi a quelle persone che non hanno volontà, ma sono costrette a certi atteggiamenti dalla malattia.
E\’ un buffone e un ciarlatano un uomo sano che corre per la strada in mutande.
Non lo è, invece, un uomo che lo fa perchè malato di mente.
 
Buenas tardes gringos!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: