Il Calabrescia pensiero

Insulti proibiti

Posted on: 5 agosto 2007

Pare che non ci sia niente di meglio da fare. Che non ci siano questioni più urgenti.
Ci si diletta a tutelare certe "vittime" di certe offese, ma solo alcune.
Perchè no, non è intelligente punire una qualsiasi offesa, una qualsiasi mancanza di rispetto tra esseri umani.
No, bisogna perdere tempo per decidere: dire "pirla" si, dire "capra" no…
 
Ecco le ultime novità, occhio che dal 3 Luglio, se vi sfuggono questi improperii e trovate uno abbastanza facoltoso da farvi causa, lo dovete pagare.
 
"Fascista": ecco, qui sono d’accordo. Ci sono questioni più importanti su cui legiferare, ma mi trovate d’accordo. Infatti d’ora in poi è lecito dare del fascista ad un uomo politico ma non ad un privato cittadino. Amen.
Forse sintomo che anche le istituzioni si sono rotte le palle di questo tirare il morto per l’aia. Leggete il post di qualche giorno fa. Capirete cosa ne penso dei buffoni antifascisti e fascisti: i secondi fanno al morto la rianimazione, i primi lo credono resuscitato. E si perdono di vista i problemi di oggi.
Amen, d’ora in poi il compagnuccio di turno che dirà a chicchessia: "Sei un fascistaaaaaa…" sarà pesantemente sanzionato. E al "fascista" verrà dato un risarcimento.
Oh, là.
Perchè non se ne può più di sentirsi dare del fascio solo perchè non sei per i matrimoni gay o per le canne libere. Bene.
 
"Toga rossa: insulto che di solito si indirizza ai magistrati; li si accusa di filocomunismo, di esere "rossi", per l’appunto. Ed ora questo insulto è sanzionabile. Il problema è che alcuni magistrati la toga l’hanno rossa sul serio! Cioè, non politicamente, ma fisicamente. Rossa con il colletto in pelliccia di emellino.
Farete bene, da ora in poi, volendo definire questo tipo di magistrati, a chiamarli non "toghe rosse", ma magari "colletti togati" o "ermellini" o "colletti di pelliccia"…
Fate voi.
 
"Mi fai schifo": un uomo era stato denunciato per questa offesa: assolto in primo grado perchè, con la particella "Mi", aveva espresso non un concetto assoluto, ma relativo alla propria intima valutazione. In pratica, sarebbe stato delitto se avesse detto "Fai schifo" e non "MI fai schifo".
Ora però si ritratta: è reato anche con la particella "Mi".
Sennò sarebbe troppo comodo.
Immaginate come sarebbe facile: "Tu MI sebri una toga rossa, a MIO parere sei fascista e MI fai un tantino schifo!".
 
 
Furbi i magistrati… Lenti a capire, ma furbi.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: