Il Calabrescia pensiero

Loreto

Posted on: 2 settembre 2007

Scusate l’espressione, ma mi girano i torroni. Si è svolto l incontro tra il Papa e i giovani a Loreto, ok? Benissimo. Oggi mi addentro in vari blog: sentivo puzza di bruciato. E non avevo torto. La maggior parte dei virgulti scriventi coglie l’occasione per una rabbiosa invettiva al Santo Padre e alla Chiesa tutta, assassini i religiosi, stupidi satrapi che soggiogano il popolo minuto con le loro strampalate e (vi pareva…) fasciste ideologie.
Allora, io ho sempre rispettato l’altrui ideologia, certo, non sempre condivisa, ma rispettata.
Ma qui mi imbufalisco.
La Chiesa da delle regole. Regole ben precise. Non ci sono affaracci che tengano. Ma son regole che una persona può o meno scegliere di rispettare. Nessuno verrà mai in casa vostra coi mitra a ordinarvi di fare il segno dela croce prima di abbandonarvi tra le braccia di Morfeo. Nessuno vi impone la Messa della domenica.
Vuoi essere un buon cristiano? Rispetti le regole.
Non vuoi essere un buon cristiano, vuoi essere ateo, agnostico, musulmano? Cazzi tuoi, le regole non le rispetti.
Capiamo che il Vaticano è uno stato, capiamo che, come tutti gli stati, ha delle leggi. E capiamo che, oltretutto, non vengono messe in atto con mezzi coercitivi.
Capiamo che se in Italia non paghi le tasse, ti passa la Finanza a farti il culo. Se non rispetti i precetti della Chiesa non ti succede nulla.
 
E allora che diamine volete, baldi giovanotti più o meno atei? Voi che ogni tre parole che il Papa proferisce lo accusate di ingerenza, non pensate che forse voi stessi vi intrufolate in critiche di leggi che non vi riguardano? Cosa volete dimostrare? Vi sentite più vivi, a criticare? Vi sentite più alla moda? Non è a voi che questi precetti sono indirizzati, ma a chi crede, a chi vuol essere un buon cristiano.
 
Non fatevi colpevoli di ingerenza in questioni che non vi riguardano nè interessano per sola vostra scelta.
 
 
 
Annunci

4 Risposte to "Loreto"

si può criticare anche le regole di un ordinamento di cui non si fa parte.
la critica è alla base di ogni miglioramento, e senza di essa qualunque cosa ristagnerebbe nello stato in cui, senza evolversi minimamente.
nessuno obbliga nessuno a rispettare le regole della chiesa, ma allo stesso modo nessuno vieta di criticarle.
io sono ateo, ma la chiesa la conosco, perchè leggo, mi informo e cerco di capire le cose. sono convinto di sapere molte più cose a riguardo di tante persone che si proclamano cristiani, quindi, se voglio, critico. basta non offendere, e si può criticare qualunque cosa, perchè nel mondo, niente deve essere considerato intoccabile.

Giusto, amico mio. La critica è la base del miglioramento. Basta non offendere.
Allora mi dici, se la critica si può fare, se basta non offendere, perchè il Papa non può consigliare di evitare l aborto senza esser sbranato vivo? Non è la sua una critica alla legge italiana?
E\’ forse offensiva?
Intendo, criticate il Papa, se volete, criticate la Chiesa.
Ma non lamentatevi, non stracciatevi le vesti dall rabbia se la Chiesa critica a sua volta certe scelte o certi costumi dell\’odierna società.
 
Siamo un pò corretti. Critichiamo e lasciamo criticare.
Un pò per uno in braccio alla mamma, non credi?

certo, concordo. ma gli uomini di chiesa dovrebbero iniziare a pensare un po\’ di più alla chiesa, invece che al funzionamento dello stato italiano. perchè sì, non bisogna offendere, e loro non offendono: giusto così. ma non bisogna neanche esagerare, e alle volte i cardinali vari, o pure il papa, si lasciano prendere dallo zelo politico, rilasciando più dichiarazioni concernenti alla legge italiana che alla religione cattolica, e contano sul numero dei fedeli che gli darà certamente ascolto per imporre le loro idee.
allora non si offende, e non posso che conordare. ma che non si esageri nemmeno. un po\’ per uno in braccio alla mamma, non il papa tutta settimana, e i politici italiani solo la domenica, mentre il papa è impegnato nella messa a san pietro.
ti sembra normale che quando un politico qualunque dice di pagare le tasse la gente commenti "prima pensi a pagarle lui sullo stipendio assurdo da parlamentare che ha", oppure "bella scoperta, ma tu punisci gli evasori", mentre quando lo dice un cardinale lo si applaude perchè dice una cosa giusta senza esservi tenuto, quando poi la chiesa di tasse non ne paga?? vai a cercare un po\’ su internet le cifre che la chiesa risparmia non pagando le tasse per tutti i possedimenti che ha nello Stato Italiano e bada bene, non solo in quello vaticano, dove può fare quel che vuole, ma in quello italiano, dove c\’è una magioranza di cattolici, ma ci sono persone appartenenti a tutte le religioni, o anche atei o agnostici, che devono pagare più tasse perchè la chiesa non è tenuta a farlo. è un po\’ come se in università, quelli che vengono da fuori della provincia di brescia non dovessero pagare le tasse universitarie, e quindi per coprire il buco, a quelli che abitano nella provincia di brescia toccasse pagarne molte di più. ti pare giusto? a me no, perchè questo è uno Stato LAICO, e non mi stancherò mai di dirlo. quindi gli uomini di chiesa, dal mio punto di vista, potranno iniziare a parlare quando saranno giù dal piedistallo, perchè è facile parlare quando poi i doveri a cui chiami gli italiani a te non toccano. questo si chiama "parlare bene e razzolare male": una specialità della chiesa, da che il mondo è mondo. e si provi a negarlo.

Eheh, il nostro amico giurista… Ma è meglio predicare bene e razzolare male o meglio predicare male e razzolare altrettanto?
Tu dici che non è giusto dire di pagare le tasse quando in fondo si è evasori: sa di falso. Ok.
E se si predicasse l\’evasione? Sarebbe meglio? No. Se non si predicasse affatto? Mah, sarebbe u\’idea.
Ma, come si diceva all\’inizio, si può parlare e criticare per un miglioramento. E come tu, ateo, puoi criticare la Chesa, la Chiesa può indurre ad atteggiamenti corretti quali pagare le tasse, anche se lei stessa non lo fa.
E\’ comunque un\’esortazione ad un atteggiamento corretto.
E, per il resto, credo abbia la facoltà non di IMPORSI ma di dire la sua in materie che toccano direttamente le regole cristiane: credo che possa pronunciarsi sull aborto, dato che si tratta della vita.
O sul matrimonio, dato che si tratta di un Sacramento.
Anzi, farò un post sull aborto, è un pò che mi ronza in testa…
(come mi piacciono queste discussioniiiiii!!!)
Ciao vecchio mio!
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: