Il Calabrescia pensiero

Riparazione

Posted on: 9 ottobre 2007

Ora preparate le macchine fotografiche, i registratori, chiamate le stampa: sto per dar ragione all attuale Governo su una sua decisione.
 
Esami di riparazione. Credo, prima di tutto, che sia utile rendere chiaro il marasma creato da false voci di corridoio. Eh si, anche quando se ne fa una giusta, prima bisogna incasinare per benino le idee alla gente, così ovvio, se deve capitare un referendum voluto dalla gente non capita, perchè " ‘cazzo l ha capita ‘sta riforma???".
 
Tornano a tutti gli effetti gli esami d riparazione, come dodici anni fa per intenderci. Cosa vuol dire? Vuol dire che tu, oh studente hai un debito. Bene. Allora noi ti promuoviamo. O, per lo meno, mettiamo la tua promozione, per così dire, in una condizione di "pendenza". A Settembre farai un esamino. Se lo superi vieni promosso a tutti gli effetti, baci abbracci carezze e champagne.
Non lo superi? Calci nel culo e badilate nei denti: vieni bocciato.

Ora, può sembrare, allo studente lettore, una gran stronzata. Ovvio, tutto qello che può sembrare una minaccia è visto in malo modo. Per questo si stanno già organizzando degli scioperi studenteschi, senza sapere, ahimè, che non solo non avranno rilievo dal punto di vista legale (una legge la cambi coi referendum, non con gli striscioni), ma non avranno rilievo manco dal punto di vista sociale (lo sciopero è un utilissimo strumento in quanto crea disservizio. Se scioperano i tassisti è un casino, se lo fanno gli studenti cosa succede? Nulla, amici, solamente regalate ai professori un giorno di vacanza PAGATO).
Ma ora, dimentcate la vostra posizione di potenziale pericolo bocciatura e siate obiettivi. Io lo sono per quanto riguarda quello che ho visto. Non ho mai avuto debiti, e vi assicuro che non sono uno sgobbone. Ma tant’è. Ho visto gente con tre debiti (gravissimi) in materie portanti (quindi non in ginnastica, arte e religione) che, con il vecchio sistema, avrebbero dovuto recuperare i suddetti l anno dopo per mezzo di prove non ben specificate. Non solo non si è MAI svolta alcuna prova, ma gli stessi ragazzi sono stati ammessi anche l anno seguente nonostante avessero ancora le stesse identiche lacune dell anno prima. Il vecchio sistema era nominalmente semiserio. Realmente poteva essere così riassunto: "We ragazzo, hai tre insufficienze sai? Eheh… ma si… facciam la prova l anno prossimo… se la superi bene, sennò fa niente dai… oppure manco la facciamo… peace and love…"
Pacca sulla spalla e via. Fortuna il sistema universitario è differente.
Autoanalizzatevi.
Siamo capre.
Per lo meno lo siamo non appena usciti dalle superiori. A parte le lacune strutturali proprie dell italica istruzione (chi di noi sa la geografia su…?), quello che viene insegnato è fortemente minato da questo ex sistema di gestione dei lavativi. "promoveatur ac amoveatur" dicevano gli antichi. "sia promosso affinchè sia tolto di mezzo", trasferito, che altri gestiscano la sua ignoranza. Eh, non si fa così.
Questa era la situazione prima dell’attuale riforma.
Bravo il Governo, bella scelta. Per essere perfetta io proporrei anche test attitudinali per i professori, perchè ne ho visti molti, ma molti, che alle boiate pazzesche alternano la mera lettura dei libri di testo. Il perchè? Non sanno quello che insegnano, o lo sanno superficialmente.
 
Non incazzatevi, studenti, non datevi a iniziative di protesta inutili: pensate solo che se eviterete di sfanculare durante l anno scolastico, questa storia degli esami di riparazione non vi toccherà mai.

 
Annunci

1 Response to "Riparazione"

sono d\’accordo.
e poi scusa…io mi faccio mediamente un cu*o così tutto l\’anno per uscire con una media decente e senza debiti. francamente non mi garba molto di essere in classe con alcuni ragazzi che da 2 anni e mezzo non fanno altro che copiare i compiti, farsi passare le versioi ecc. ecc.
senza parlare del fatto che \’sti tipi qui hanno il debito in latino, psicologia e italiano.
oH!!!ma deve andare a insegnare un domani!!!
e comunque…è come uno che fa geometri e ha il debito in disegno tecnico. e domani mi progetta la casa!
nono, per quanto mi riguarda venerdì sarò in classe.
altro che sciopero…
STUDIATE!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


    • Piero Sallusti: te saluto......pure i galli hanno capito che il mentitore di professione era solo un cavallo di troia per indagare Valle....un finto accusatore, d'acc
    • Franco (@Francostars1): Gli atti osceni in autovettura possono essere evitati come reato se i vetri sono appannati o tutti coperti, come citato dalle Sentenze della Cassazion
    • calabrescia: Esistono anche assassini magri. E non possiamo sapere se Simonetta non conoscesse il Valle.
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: