Il Calabrescia pensiero

Scala reale

Posted on: 26 ottobre 2007

Mah…
Lo scrivevo ieri: Prodi traballa in Senato. Stamattina mi informo.
Non ha traballato, ha avuto un terremoto dell ottavo grado Richter.
Evito l’eccessiva informzione, gli eccessivi particolari: vi annoierei.
Bastino le linee guida.
Battaglia senatoriale durata circa 12 ore. Sei (e dico sei!!!) le cadute della "maggioranza". Di cui una mi fa pensare.
Si discuteva: "che famo, la società del ponte sullo stretto la sciogliamo?".
Con tutto il casino sul ponte sullo stretto che han fatto all epoca Berlusconi, c’era da aspettarsi che i compagni liquidassero tale società in un batter d ciglia.
Non ci si batteva il petto dicendo che era una socetà di sampo mafioso? E che Silvio era il capetto magnaccio con la coppola sulla testa e lupara in spalla?
L hanno sciolta? No, la società resta, manca la maggioranza.
E, via discorrendo, hanno toppato altre tre volte.
Quindi, alla quarta -e dico quarta!- scarburata della "maggioranza", il Mortadella chiede il time out: fermi un secondo, fatemi respirare, ohi!
 
Fratelli -dice- se vi ritroverete soli, a camminare per grigie strade romane con lo sterco sulla faccia vuol dire che il Governo sarà caduto. Quindi, miseriaccia boia, ricompattatevi e al mio segnale scatenate l inferno!
 
Vane le parole del generale Massimo Decimo Insaccato, i suoi generali si autotrombano altre due -dico due!- volte.
Dopo essere stati richiamati.
I suoi legionari si scannano tra loro. Antonio Di Pietro, centurione, dall incerto eloquio ma dalla mente abbastanza vigile, ricorda i suoi giorni da magistrato della res publica e tira fuori la sua rabbia per la faccenda del magisrato De Magistris, vedasi il post precedente.
Si strappa armatura e toga, il Tonino.
Mastella, ministrissimo della giustizia, si incazza col centurione: come ti permetti, plebeo, io non ho fatto nulla di male, 30 flagellate al bifolco!
La Montalcini, che il diavolo la porti, tra una tirata alla bombola d ossigeno e l’altra, da zappate al generale.
Andreotti, che ogni tanto stava con Massimo Decimo, ora si è ammutinato.
I compagni rossi rossi si incazzano e dicono "we, ma siete dementi, non volete lo scioglimento della società del ponte???".
E si incazzano.
 
E Napolitano, sgualdrinella dell esecutivo, scioglie le camere? No, le camere non le scioglie.
 
Ieri si è raggiunto il top, contro Prodino c’era una scala reale, imbattibile.
 
Solo che per una scala reale bastano cinque carte: contro di lui se ne sono trovate sei.
 
Annunci

4 Risposte to "Scala reale"

mha…
certo ke in quanto a idee politiche io e te 0 eh…
a quanto pare siamo d\’accordo solo sul cioccolato!!!
ciao Calaaaa!!!
 

Non ho espresso idee politiche, benchè siano conosciute… ho solo riferito (certo, con passione conservatrice!) quelo che è successo in senato.
E, che si sia di destra o sinistra, un Governo che viene rombato 6 volte in senato è un Governo inesistente.
Così come inesistente è il Presidente che, rebus sic stantibus, non prende provvedimenti.

HOLA SALUDOS Y UN BESO AMIGO LINDO SPACE,MUY INTERESANTE Y JUVENIL,TE DESEO LO MEJOR
SALUDOS DESDE TORREON COAHUILA.MEXICO
DE TU AMIGA LADY ROSE,ESPERO TU VISITA A MI SPACE Y MI PAG. DE INTERNET wwwdamaderosa.hi5.com
Y ME DEJES ESCRITO TU OPINION SI DESEAS AGREGARTE DESDE MI PAG HI5 ME ENVIAS UN MENSAJE GRACIAS UN BESO.

Ahah, Ana Dalila, no hablo espanol ma entiendo tus palabras. Soy muy feliz para tu visita.
Gracias y besos!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: