Il Calabrescia pensiero

E mò me sò rotto i cojoni…

Posted on: 9 febbraio 2008

Io il prossimo tanghero che mi chiede che cosa faccio a S. Valentino lo appendo a testa in giù per gli alluci.
Mi avete esaurito, voi tamarindi fortunati che passerete la notte (o la sera, o il pomeriggio) felicemente e teneramente abbracciati alle vostre metà: io la metà non l ho, sono incompleto, lo sono sempre stato.
E non vi nego che lo sono non per colpa mia.
Si fa prima a fare i fighi, a dire che "non me ne frega un cazzo, le ragazze ti fanno spendere e rompono le palle", ma io con voi lettori sono sempre stato sincero, e vi dico che me ne frega qualcosa, le ragazze ti fanno spendere, ma sarebbero euro ben spesi, a volte rompono ma sono adorabili quando lo fanno.
E vi dico, cari fortunati, un buon 20% di voi, oltre a rompere le palle al sottoscritto con domande invadenti, è anche irrimediabilmente idiota.
Voi, fortunati, perdonate le vostre presunte metà per gli errori più gravi, vi fanno le corna e perdonate, sono indelicati e perdonate, fanno li idioti a tempo pieno e perdonate.
Possibile che persone poco serie vengano perdonate a ripetizione e persone serie, di provata maturità, di fedeltà potenzialmente assoluta vengano lasciate indietro?
 
Mi fate esaurire, voi del "cosa fai a S. Valentino", come se si dovesse cercare di amare al massimo delle proprie possibilità solo per un giorno all anno.
 
Mi fate ridere, ma di un riso triste, TUTTI voi che dite di amare in base alle qualità dell altro: balle balle balle.
Lo sapete.
Forse non per sempre, forse solo per ora che si ha vent anni: ma per ora sono balle.
 
E siete convinti, malatamente convinti, di poter fare a meno di tanti divertimenti in favore dell amore vero, quello che nasce da "quello che l altro ha dentro".
Non resistereste due giorni, senza le vostre uscite la sera, senza le vacanze con il morosino, senza tutte le cose piacevoli.
Le quali sono belle, ma non sono le sole.
Invece pare che, a parte i vostri discorsi moralisti, se queste possibilità sono attenuate da qualche problema del fidanzato/a, allora no, al massimo egli o ella sarà un amico/a, perchè "sono giovane e mi voglio divertire".
 
Cosa vi ha colpito della vostra metà? Le qualità del suo animo o il fatto di essere belli, di avere la macchina, di andare in vacanza per i cazzi propri?
Perchè se è la seconda opzione che vi ha colpiti, e allo stesso tempo vaneggiate di essere "colpiti da ciò che uno ha dentro", consentitemi, siete degli stronzi idioti.
 
E fatevi i cazzi vostri, che al mio 14 Febbraio ci penso io.
Annunci

2 Risposte to "E mò me sò rotto i cojoni…"

C\’è chi sta con una persona per l\’aspetto, chi per i soldi, chi per la macchina, chi per il solo sesso.. Ma c\’è anche chi ci sta per altri motivi: se la mia storia più lunga e più importante è stata con una ragazza che viveva a Roma (anche se puntava a trasferirsi qui per l\’università, ma ci siamo lasciati prima) ci sarà un motivo.Se parti con tutto questo astio è difficile star bene anche nei periodi di solitudine.Comunque, ci sono momenti in cui si sta meglio soli, e momenti in cui si sta meglio con una persona: quindi quando si è soli capita di star bene così, e in altri istanti si vorrebbe qualcuno, ma allo stesso modo, quando si è in coppia, c\’è il momento in cui si sta bene così, e altri in cui si vorrebbe essere soli.E comunque, San Valentino è una festa del cazzo. Proprio perchè, come hai detto tu, se si ama, non lo si fa "meglio e di più" per un giorno soltanto, ma si ama sempre, in ogni istante, e incondizionatamente.

concordo pienamente con il tuo amico michele. san valentino è la festa delle multinazionali,del consumismo. serve a far spendere le coppie, e a fare deprimere i single. se ami una persona, l\’ami per come è, soprattutto per i suoi difetti, dal momento che senza non sarebbe più la stessa. la ami sempre, anche quando per la millesima volta la vedi che sfreccia via su un motorino con un altra persona, che ha preso il tuo posto nel suo cuore. l\’ami se non ti chiama per sette mesi. l\’ami se ti dice che lei non ti ama. l\’ami se ogni notte piangi per lei, aspettando un suo messaggio, che non arriva mai. l\’ami oggi, più di ieri, meno di domani. l\’ami il 14 febbraio e il 13 agosto. tutto ciò che l\’amore osa, è lecito all\’amore, diceva shakespeare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: