Il Calabrescia pensiero

Stiamo calmi…

Posted on: 16 febbraio 2008

Sono un pò teso.
La situazione Serbo-Kosovara (per chi non fosse ferrato in geografia si parla di territori pericolosamente vicini a noi) è estremamente delicata, e domani rischia di esplodere.
Qualche nozione: il Kosovo è un territorio dipendente dalla Serbia, un pò come la Lombardia lo è per l’Italia; semplificando le cose, fate conto sia una sua regione. Il fatto è che tempo fa, così come in Lombardia a maggioranza di popolazione è italiana, in Kosovo erano in maggioranza i serbi.
Ora, per via dell’immigazione albanese (l’Albania confina a nord con il Kosovo), la popolazione è indiscutibilmente a maggioranza albanese.
Fin qui nulla di male. Se non fosse, però, che ora, dato che in Kosovo sono tutti albanesi, essi vorrebbero l’indpendenza dalla Serbia, vorrebbero costituirsi Stato.
Sempre per semplificare, è come se in Lombardia immigrassero migliaia e migliaia di francesi, così tanti da superare gli italiani, e alla fine decidessero, in nome di questa superorità numerica, di fare della Lombardia uno Stato indipendente separato dall’Italia.
Questa pratica, tecnicamente parlando, è accettata dal diritto internazionale, quindi non è poi una situazione così fuori del comune.
Ma si può capire la resistenza che oppone lo Stato originario alla frammentazione del proprio territorio: diritto -quello dell’integrità dei territori dello Stato- anch esso ricosciuto dalla comunità internazionale.
 
La situazione si dovrebbe infiammare domani: secondo i vertici politici kosovari sarebbe domani il giorno in cui verrà dichiarata l’indipendenza kosovara. E ovviamente i vertici politici serbi rispondono, per evitare il politichese: "Voi provate a fare una cosa del genere e noi vi rintroniamo di bombe."
 
Ovvio che la comunità internazionale non può non esprimersi a riguardo. E la NATO, infatti, si è espressa. Si è espressa a favore dell’indipendenza kosovara, credo più per per gioco politico: la Serbia è alleata della Russia, acerrima nemica degli USA, che sono il carretto trainante della NATO.
Nella fattispecie, favorire l’indipendenza kosovara avrebbe effetti galvanizzanti sulla resitenza cecena, che a sua volta combatte per la propria indipendenza dalla Russia.
Quindi la Russia simpatizza per la Serbia, la NATO per il Kosovo.
Ed è ovvio che se questi due paesi si scaldano e imbracciano i Kalashnikov, anche i loro alleati dovrebbero inviare le loro forze armate a sostegno dell’una o dell’altra fazione.
La cosa proccupante è la drammatica potenza distruttiva ed economica degli shieramenti: noi abbiamo le atomiche, i russi e compagnia bella hanno un arsenale nuovo di zecca (per ammissione delo stesso Putin) dal quale non si escludono atomiche di provenienza iraniana, e un influentissimo potere economico derivante dal petrolio e dai gas fossili.
Senza ad arrivare a pensare a una situazione bellica generale (credo che non si sia così pazzi da arrivare a tirarsi missili a destra e a manca, perchè sarebbe pressochè una distruzione totale), credo che si possa arrivare a pesantissimi ricati economici, che si riscontrerebbero, senza ombra di dubbio, anche nella nostra capacità di arrivare a fine mese, perchè la benzina e il gas, amici miei, vengono… indovinate da chi?
Senza contare, poi, che se il conflitto si amplia, noi siamo pericolosamente vicini al focolaio, e pericolosamente inadatti alla difesa. Abbiamo mezzi troppo vecchi.
 
Datevi tutti una calmatina: Putin fatti una camomilla, albanesi state buoni che quella non è la vostra terra, NATO resta fredda.
Altrimenti si rischia una catastrofe economica immane, senza contare, aspetto più importante, l enorme costo in termni di vite umane che ci sarebbe.
 
Calmi, da bravi.
 
 
Annunci

1 Response to "Stiamo calmi…"

Tranquillo, Calvisano si salverà! XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


    • Piero Sallusti: te saluto......pure i galli hanno capito che il mentitore di professione era solo un cavallo di troia per indagare Valle....un finto accusatore, d'acc
    • Franco (@Francostars1): Gli atti osceni in autovettura possono essere evitati come reato se i vetri sono appannati o tutti coperti, come citato dalle Sentenze della Cassazion
    • calabrescia: Esistono anche assassini magri. E non possiamo sapere se Simonetta non conoscesse il Valle.
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: