Il Calabrescia pensiero

Istruttore

Posted on: 18 marzo 2008

Bisogna rendere onore ai veri eroi del nostro tempo.
Chi sono? Eh già, perchè a dirla così sembra che si parli, che so, di soldati, di medici, di pompieri… no.
 
Gli eroi del nostro tempo sono gli istruttori di guida.
 
Ora, non so quanto questi impavidi percepiscano di stipendio, ma so che ogni giorno rischiano la loro vita per formare noi, giovani imbranati, e darci la possibilità di uscire il sabato sera.
Ho assistito, oggi, all inizio di una lezione pratica di guida. Perchè, dovete sapere, io nelle pause studio vado spesso a bermi un caffè al bar, e vicino a questo bar c’è una scuola guida. Da li partono e si concludono tutte le esercitazioni pratiche.
Io mi bevo il mio caffè ed esco.
Vedo che una ragazza sta per cominciare la sua guida e, come sempre, mi fermo a vederne la partenza.
E’ sempre una cosa divertente.
L istruttore un pò mi conosce, e mi fa un cenno di saluto, ricambio.
Sono abituato, e so che questa sarà una partenza esilarante. La ragazza infatti entra in auto e si guarda in giro.
Il suo viso esprime tanta serenità quanta potrebbe averne una suora canossiana in un porno-shop.
 
E qui, scusatemi, mi parte l infervorata. Contro tutti quei genitori che, dato che i figli hanno il foglio rosa, li spediscono direttamente agli istruttori perchè "quello è il loro lavoro". Ma cazzo, porta il tuo figliolo in un parcheggio, fagli almeno accendere la tua auto, o hai paura che il cambio della gloriosa Panda 4×4 del 1988 ceda proprio ora? Hai paura che ti fonda la frizione? Che ti si svitino le ruote?
Niente da fare, li mandano, motoristicamente vergini, tra le braccia degli istruttori.
 
La canossiana decide che sarebbe anche ora di accendere la Punto, dato che siamo li da un paio di minuti. E lo fa.
 
E da quel momento mi viene in mente un film del 1986, che da piccolo amavo tantissimo, e che nonostante lo conosca a memoria amo tuttora.
Top Gun.
Per chi non lo conosca (eresia!) è un film a sfondo militare, il protagonista è un pilota che tra un volo e un altro si ciulla una delle sue istruttrici. Ad ogni modo, non è che la ragazza sia dell’aeronautica, non è in uniforme e non sembra appartenere ad alcuna forza armata.
Però il suo modo di decollar… Pardon, partire, ricorda senza alcun dubbio, un F14.
Probabilmente ignara dell uso del cambio, e della sua esistenza, la pulzella accelera rabbiosamente mentre è ancora in folle.
La cosa simpatica è che ci vuole qualche secondo perchè afferri la situazione, probabilmente sta smanettando con la frizione chiedendosi dove cazzo sta sbagliando, e il perchè quello stronzo seduto alla sua destra non le dice cosa sbaglia. Ed infatti lo fa.
Vedo che le parla, e poi con la mano sinistra muove qualcosa al centro del tunnel: suppongo che le abbia inserito la prima.
A questo punto il cacciabombardiere comincia a rollare. Dovrebbe cominciare. In realtà sale di giri, sta fermo, borbotta, saltella, si ferma.
 
Eiezione, presto, precipitiamo, mayday mayday, tira la leva, SWASHHHHHHHHH.
 
Ha mollato la frizione di botto e il crudele motore ciclo otto la ha penalizzata.
Ma si, ritentiamo.
Accende, freccia, e via conle manovre di rollaggio. Questa volta pare che vada. L F14 sale paurosamente di giri, la velocità è minima, la ragazza allora molla i fren… pardon, la frizione, e sembra che il decollo volga verso il successo. Se non fosse che dieci metri più in la si ferma di schianto. E qui bisogna essere bravi, per far fermare la macchina quando stai gia in moto. Dovrò chiederle come ha fatto.
Terzo tentativo, stavolta parte. Ma parte come in un rally, sembra che la piccola Punto debba vincere la Parigi Dakar.
Infatti la puzella esagera ancora con la frizione, motore alle stelle, partenza lenta, e qui la divina illuminazione. Forse se do gas la carretta non si spegne. Ma a tutto, se non sbaglio, c’è un limite. Ad ogni modo, vittoria, la ragazza parte con tanto di fischio di gomme e strisciata nera sull asfalto, mi aspetto di vedere le altre auto che partono per il rally, con le loro marmitte scoppiettanti. Ma poi mi ricordo che sto davanti ad una scuola guida.
Il dilemma è che, solitamente, bisogna anche frenare. Il dilemma è che la ragazza si avviava verso un incrocio a T. Il dilemma è che se non avesse svoltato da qualche parte, o anche solo frenato, sarebbe riuscita a contare i sassolini che compongono quel bel muro di cemento armato. Ma lei se ne frega, va, dritta come un fuso, accelerando, senza cambiare marcia, col motore che ulula, e pensi che tra un momento avrà inizio un processo di fusione nucleare. Inconsciamente associ la Punto al sottomarino sovietico K19.
 
Ma poi, dal cielo, arriva la forza per l istruttore, la forza vitale di premere il freno d’emergenza, salvare qualche vita, evitare un incremento danaroso per carrozzieri e beccamorti, e tirare presumibilmente qualche porcone.
 
Poi la Punto sparisce all orizzonte, ululando.
 
Onore a loro, amici. 
 
 
Annunci

2 Risposte to "Istruttore"

Ahahahah! M\’hai fatto schiattare dalle risate.
Perchè è tutto verooo. Mi hai fatto ricordare qualche tempo fa alle prime prese con la macchina.
Solo che io avevo un pagliaccio come istruttore, e certe volte mi capitava di fare enormi cazzate perchè non riuscivo a contenere la risata violenta!
Scrivi benissimo, complimentoni!

il mio istruttore di guida era un idiota. mi parlava delle offerte all\’unieuro, mi diceva cosa comprava, mi parlava delle signorine in minigonna alla cassa, che smistavano i viveri dal carrello sulla cassa, e poi puzzava come una capra. risultato: il primo esaminatore, durante l\’esame, ovvio, è stato sbalzato dai sedili posteriori di destra, ai sedili posteriori di sinistra, in una curva-quasi un\’inversione, oserei dire….un testa coda!!!!-a 60km/h. bocciata ovvio. almeno, prima di vedere la patente nel mio portafoglio, sono riuscita a rovinare un po\’ la punto bianca nuova di zecca dell\’istruttore, con una retromarcia, FINENDO DI BOTTO contro il marciapiede…..immagina la faccia! ora capisci il segreto dei miei parcheggi super-lanciati che hanno tanto conquistato il tuo cuore????lol

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: