Il Calabrescia pensiero

Protesta

Posted on: 23 ottobre 2008

Oggi, è oggi.
Sciopero, caciara, disordini.
Dopotutto scioperare è un diritto costituzionale.
 
Ma a caciara si aggiunge caciara.
Pare che il Silvio abbia "aizzato" gli scioperanti, li abbia incattiviti con la sua retorica.
Che viene definita, (ovviamente!) liberticida.
Il premier avverte che se durante gli scioperi qualcuno si azzarderà a picchettare, verrà a sua volta picchettato dalle forze dell ordine.
 
Ora, non facciamo i ridicoli. Non voglio star qui a dire a voi se protestare contro la Gelmini sia giusto o sbagliato. Ho le mie idee, ma non pretendo sian giuste.
Sono però convinto che uno sciopero si indica solo quando gli scioperanti sappiano con certezza contro cosa vadano a scioperare. Perchè ho sentito, anche in prima persona, troppa gente che partecipa o tanto per fare un giorno di vacanza, o tanto per fare un pò di sano casino, o per un motivo che ritiene inerente alla riforma (anche se, alla fin fine, la riforma manco l’ha letta).
Ora, sii sincero, tu che leggi, se hai scioperato chiedi a te stesso se ti se degnato di leggere la riforma.
O se magari hai scioperato solo per prenderti un giorno di vacanza.
 
Lo sciopero inconsapevole, questo è sempre sbagliato.
 
E siamo anche obiettivi. Nel senso che non esiste UN diritto, ma TANTI diritti. Tutti che DEVONO essere tutelati.
Tu scioperante (consapevole o meno) hai diritto di scioperare.
Chi NON vuole scioperare, ha diritto di non farlo. In particolare, lo studente che voglia fare lezione, non deve essere in nessun modo ostacolato, perchè ha diritto all’istruzione. E non deve essere ostacolato con la violenza, perchè ha anche diritto all’integrità fisica. E non devono essere ostacolati in generale, perchè è riconosciuto il diritto di muoversi liberamente su tutto il territorio della Repubblica (pochi casi esclusi, come proprietà private, zone militari…).
Se un diritto costituzionale viene leso, allora è lecito che lo Stato intervenga a tutela delle persone offese.
Se le persone vengono offese sul piano fisico, è lecito difenderle con l’uso della forza, pur con tutte le atenzioni del caso.
 
Questo ha detto il Berlusca.
 
Provate a torcere un capello a chi non vuole aggregarsi agli scioperi, e la reazione dello Stato sarà durissima.
 
Pechè non esistono solo alcuni diritti.
 
Esistono I diritti.
 
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: