Il Calabrescia pensiero

Il rauco dottor House (ciao Sergio!)

Posted on: 19 gennaio 2011

Ci siamo, è iniziata la settima stagione del dottor House, una delle poche serie tv che riesca ad appassionarmi. Insomma: vuoi mettere il politicamente corretto dilagante, il buonismo, il volemose ben contrapposti al saccente e spiritoso cinismo bastardo del medico più irriverente della TV?

In realtà c’è una particolare situazione che attendo dalla prima stagione, e scommetto che anche tu, lettore, se sei fan, la attendevi con curiosità morbosa e porcellesca: la sonora, gloriosa, assatanata, lussuriosa maratona sessuale tra il buon vecchio House e la sensuale dottoressa Lisa Cuddy.

La sesta stagione si era infatti conclusa con i due dottori che, dopo aver prestato soccorso ad una povera donna restata sotto le macerie di un edificio crollato (la donna creperà nonostante House abbia cercato di salvarla amputandole la gamba con un seghetto per riuscire a liberarla da un grosso pezzo di cemento che la intrappolava… NONOSTANTE???) si ritrovavano, stanchi e depressi, a casa di lui, scambiandosi le tipiche e pacate tenerezze che sono il preludio ad una trombata di proporzioni epiche. Peccato che la produzione, furbetta, abbia deciso di fermare tutto proprio in quel momento: “vuoi vedere come va a finire? Sono cazzi tua, aspetti la prossima serie.”

E va bene, attendiamo. Arriva la “serata House”. Mi stravacco sul divano, un bel bicchierozzo di interfero… ehm, di birretta fredda alla mia sinistra. Non ci sono cazzi, nessuno mi rovinerà lo spettacolo. E si inizia.

Beh… ma che ha il doppiatore di House? Mah, avrò sentito male… le altre voci sono tutte uguali… dopotutto magari, chissà, sono appena stato operato al naso, avevo il setto nasale deviato, i turbinati grossi come due proiettili cal. 50, mi hanno dovuto pure scalpellare un pezzo di osso etmoide… eccheccazzo, magari anche l’orecchio ne sta risentendo, e ho avuto uno storpiamento uditivo. Poi ascolto meglio. No, qui c’è qualcosa che non va.

Mando un sms scherzoso ad una amica, anche lei grande fan. La risposta è illuminante: il vecchio caro doppiatore di Hugh Laurie, Sergio di Stefano, è passato a miglior vita nel settembre del 2010. Occazzo! Insomma, quella voce là, io la attribuivo ad un uomo di… 30, 40 anni. Di cosa sarà mai morto? Do una googlata: il buon Sergio è morto di infarto. La cosa che veramente, ma veramente, ti lascia basito è che avesse la bellezza di anni 71. No caro il mio lettore, non ho scritto male.

Sergio di Stefano aveva settantuno anni! Immagino questo vecchietto con la voce di House, la velocità nel parlare, la raffinatezza del tono, il sarcasmo pungente non solo nelle parole, ma nell’intonazione. Immagino questo vecchietto mentre si agita davanti al microfono, dando la paga a tanti che hanno la metà (forse) dei suoi anni, e che riesce a far apprezzare un personaggio che, di per sè, avrebbe semplicemente i tratti di un bastardo senza un briciolo di umanità. Già lo stimavo: data l’età posso dire che fosse un mito.

E così vedo la puntata, già carente di suo (ok che dopo 6 stagioni ti aspetti che i due scopino di santa ragione, ma non puoi fare una puntata SOLO con loro due che fanno i loro porci comodi… o per lo meno fateci vedere la Cuddy in nudo integrale XD) senza lupus, senza rush cutanei, senza gente che vomita rospi, bimbi che ruotano la testa di 360 gradi, donne incinte che partoriscono schermi LCD della Samsung.

E con la nuova voce di House (il nuovo doppiatore è Luca Biagini), con questo doppiatore che DICONO essere molto valido, ma che io vedrei bene a fare la voce della pubblicità dei biscotti. Tipo

“Biscotti Doria… latte, farina, zucchero e tanto amore…”

Eddai, andiamo. House deve scoparsi Cuddy, risolvere la misteriosa successione dei numeri primi facendo una TAC full body ad una calcolatrice scientifica, far sbiancare Foremann, resuscitare un morto della guerra civile americana, bere un mojito e ingerire 8 Vicodyn. E lo deve fare CONTEMPORANEAMENTE.

Non scoparsi Cuddy per tutta la puntata (senza avere il buon cuore di farle scoprire almeno una zizza a favore di camera, Gregory, sei un egoista!) per poi recuperare le forze con i biscotti Doria.

E andiamo…

Annunci

4 Risposte to "Il rauco dottor House (ciao Sergio!)"

71 anni? non l avrei mai detto!

Ehilà! Guarda l’ultimo pezzo: capirai come fare per essere sempre aggiornato via mail quando pubblico un nuovo pezzo!

Carino, molto brillante.

Grazie! Guarda l’ultimo post: spiego come essere sempre aggiornati via mail quando pubblico un nuovo pezzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: