Il Calabrescia pensiero

Chi sono le vere escort?

Posted on: 24 gennaio 2011

Sarò breve e conciso, anche perchè i fatti di sesso (veri o presunti) del vecchio Silvio non devono certo essere richiamati dal sottoscritto.

Se Berlusconi ha commesso reati legati alla prostituzione minorile, allora che venga processato (e le prime mosse del processo si stanno muovendo) e, se ci saranno riscontri, condannato. E io non escludo categoricamente che il Silvio mi abbia commesso (anche guardando oltre questo argomento particolare) qualche bischerata. Quello che fa male al Paese, e fa male davvero, non sono tanto le vicende giuridiche del Premier, quanto la cronaca pruriginosa e gossipara. A me, francamente, fan venire da ridere quelli che si stracciano le vesti gridando “Berlusconi ci sputtana davanti al mondo!!!” per poi prendere carta e penna e divulgare notizie e testimonianze che dovrebbero essere accolte in tribunale, coperte dal segreto, e valutate da giudici competenti. Solo allora, dopo una sentenza (di condanna o di assoluzione) si dovrebbero divulgare notizie e, eventualmente, testimonianze, in quanto esse sarebbero materiale accertato e certificato come “reale” dalla magistratura.
Ma non puoi negare, lettore, che dare una visibilità mediatica così prorompente a ragazze che vengono giudicate bugiarde dalle loro stesse madri, padri, ex ragazzi ed ex mariti -oltre al fatto che le loro parole siano oggettivamente poco verosimili, perchè la signorina Macrì parla di orge in cui Silvio avrebbe consumato rapporti con 7 SETTE!!!! ragazze diverse in 35 TRENTACINQUE!!! minuti circa… andiamo… io ho 23 anni, forse a sette ragazze in una sera potrei arrivare, ma mi servirebbero almeno tre ore e un defibrillatore, lui ha superato le settanta primavere!- non possa essere considerata una carognata da parte di un antiberlusconismo così incarognito da non farsi remore a divulgare testimonianze che potrebbero essere vere o false e che, se fossero false (come in molti punti pare che siano, mancando totalmente la verosimiglianza e/o la coerenza) non avrebbero altro effetto se non quello di sputtanare una persona che, almeno a riguardo, sarebbe innocente, e sputtanare di riflesso un Paese che, agli occhi del mondo, verrebbe visto come nelle mani di un satrapo settantenne porcellone a cui piacciono le bimbe.
Facci caso, se per l’Italia sia positiva questa carrellata di testimonianze e notizie non verificate e spacciate per reali manco fossero la parola dell’Onnipotente, o se sia piuttosto positiva per una opposizione che salta su questi argomenti (non avendone altri) come un puttanone in calore. O, come più aggrada ai benpensanti di oggi (perchè se sei un dotto intellettuale devi anche adottare un modo di parlare particolare, non devi dire “nero”, ma “di colore”, non “invalido”, ma “speciale”, non che certa sinistra salti su certi argomenti come un “puttanone al disarmo in calore”, quanto piuttosto come una “escort che cerca di sopravvivere alla crisi ideologica adottando una tipologia di lotta politica opinabile”… il trionfo dell’apparenza sulla sostanza).

Alle volte sputtanare una persona -anche su basi false, perchè non sappiamo se le parole delle signorine siano la sacrosanta verità o se ci sia del falso aggiunto ad hoc per manie di protagonismo- fino ad arrivare, Santorianamente parlando (ed è solo un esempio!) a divulgare al popolo il numero di cellulare del Premier durante una puntata di Annozero cercando di togliersi d’impiccio con un semplice e candido (o vermiglio?) “può sempre cambiare numero” può essere più utile di una opposizione seria e concreta. Rendere ridicola una persona, indipendentemente da tutto, è sempre stata una tecnica infame, ma efficace. Ricordiamo che la fama che Berlusconi ha all’estero di mafioso porcellone (ammesso che abbia tale fama) non deriva da condanne penali, quanto da gossip e notizie che potrebbero anche essere reali, ma non accertate, e divulgate proprio da quelli che poi ululano alla luna gridando che per colpa di questo vecchietto il Paese fa figure di merda. Un pò come mangiare golosamente una bistecca per poi dare dell’assassino al macellaio che ha accoppato la mucca.

Ne ha uccisi più una risata che il filo di una spada, dice un vecchio motto.

Dopo queste brevi e semplici considerazioni, mi rivolgo al rosso Michelone supra citato: mi stupisce come tu sia ancora osannato e considerato un Dio della democrazia e dell’imparzialità, se per te divulgare un numero di cellulare di un privato cittadino (oltre che Capo di un Governo) sia un gesto da considerarsi inerente al diritto di cronaca e, al massimo, da considerarsi una marachella a cui, andiamo, si può facilmente riparare, basta cambiare numero!!!

Sarà anche una marachella, in fondo. Ma è indicativa di un modo di pensare e concepire il mondo che forse, così democratico, non è. Almeno se ti chiami Berlusconi.

Annunci

12 Risposte to "Chi sono le vere escort?"

ti sei dilungato troppo. E sopraggiunta prima la noia della fine del tuo scritto… Comunque sia, se B. usa la televisione per proclamare la sua innocenza e/o estraneità, invece di farlo in un aula di tribunale, che se innocente come dice non avrebbe condanna, mi sembra più ke normale che si tiri addosso accuse mediatiche e processi televisivi…

Oppure B (ma è diventato come Voldemort??? Nessuno pronunzia o scrive più il suo cognome!) risponde pubblicamente perchè è proprio pubblicamente, nei media, che viene attaccato, più che in un’aula di tribunale. Se io fossi imputato in un processo penale, e in contemporanea i media cominciassero a sputtanarmi, io non mi limiterei a difendermi solo in sede processuale… eh…

Alberto, Alberto…..
come sempre le medaglie hanno più facce, e tu ne vedi una sola.
1. la pubblicazione degli atti non l’ha fatta la Procura della Repubblica di Milano ma la Camera dei Deputati, e poi Libero (il primo sito su cui ho trovato gli allegati è proprio Libero News!!!!);
2. le fonti di prova non sono unicamente testimoniali, esistono dati assolutamente terzi e, ahimè, oggettivi (vedi registrazioni telefonate del 113 la sera della figlia di Mubarak);
3. a prescindere dai reati (altri valuteranno, certo che la richiesta di giudizio immediato non lascia presupporre bene per il Presidente del Consiglio), non trovi “inopportuno Policamente” che una delle 5 più importanti cariche dello Stato si accompagni a persone “di dubbia condotta” (un qualunque poliziotto rischierebbe il posto….)?; non trovi “inopportuno” che una mignottella qualunque possa vendere al presidente del consiglio il proprio silenzio per 5 milioni di Euro?; non trovi “inopportuno” che il cellulare privato del presidente Berlusconi sia registrato sulla rubrica di una battona brasiliana? non trovi pessimo che il premier la sera prima il funerale di un soldato morto in missione “faccia festa” e poi non si faccia vedere al funerale medesimo?
Coloro che governano DEVONO essere i migliori, DEVONO dare l’esempio al Paese, DEVONO tentare di spingere verso un ideale di Repubblica, non possono essere esempi di doppia morale.
Conoscendoti come persona seria non credo tu possa sorvolare su queste cose.
A presto.
V.A.

Caspita se è opportuno che certe cose non accadano! Ma un conto è far passare il messaggio “il Premier è immorale”, altro conto è far passare il messaggio che il Berlusca non sia INDAGATO per certe pruriginose questioni, quanto che sia COLPEVOLE. Questo mi lascia sempre con l’amaro in bocca.
Per le questioni morali, pur concordando che gli atteggiamenti sessuali di Berlusconi siano alquanto discutibili, bisogna riconoscere che si tratti di questioni scivolose: la morale è altamente soggettiva, e se si fa riferimento a categorie morali cristiane (per esempio), allora potrebbe cadere nell’immoralità più di mezza classe politica italiana. Non solo il vecchietto…

Spero che altri pezzi, magari più faceti, incontrino maggiormente la sua approvazione! 😀

Il problema non è che il premier sia o meno morale ma il fatto che sia o meno adatto.
il dato di fatto, che credo inconfutabile, è che il primo ministro ama andare a prostitute (è l’utilizzatore finale di un bel giro di ragazzotte per dirla alla Ghedini maniera).
Bene, ciò detto non mi permetto di pretendere da lui moralità, ma onore e decoro sì.
Ora mi pare che il circondarsi di prostitute leda in maniera assoluta l’onore ed il decoro che chi sia investito di una pubblica funzione deve conservare sempre.Un libero cittadino se vuole andare in luogo privato con una prostituta è libero di farlo, un parlamentare, un poliziotto, un magistrato, il Presidente della Repubblica, no!
non può e non deve perchè non cessa mai di rappresentare lo Stato.
Pertanto, se il premier non si difenderà dal processo, sarà la magistratura a decidere se le telefonate (CERTE) per far liberare immediatamente una giovane accusata di furto furono o meno concussione (chissà perchè poi non ha chiamato per la nostra YY) e se vi furono rapporti, vietati per legge, con una o più minorenni (ed in merito vi sono indizi).
Sarà invece il giudizio politico a decidere se quest’uomo, un po’ piccolo, ha ancora i requisiti di onore e di decoro, di freschezza mentale, di non ricattabilità necessari per guidare il Paese.
Certo che da Camillo Benso di Cavour, figura non di specchiata moralità (si pensi alla guerra di Crimea, o all’impresa dei mille o alla contessa di Castiglione) ma di grande senso dell’onore e del decoro e Silvio Berlusconi sembrano passati anni luce e non solo 150 anni.
salutoni
V.A.
PS
approvo sempre e mi piace il confronto.

Parere rispettabile e condivisibile. Credo, comunque, che per YY non ci siano state ingerenze per motivi anagrafici ed etnici: dopotutto appartiene ad una classe precedente al 1980, e, suppongo, non abbia il fascino della mediterranea 😀

Ogni tanto una facezia, in questi discorsi, ci vuole.

Stavo ripensando alla teoria dell’onore e del decoro. Come ho già detto, è un principio valido, condivisibile. Tuttavia mi sovvengono delle considerazioni sulle quali mi piacerebbe avere un parere di persona più esperta. Io credo che categorie come “onore e decoro” siano del tutto assimilabili alla categoria della “moralità”: sono concetti dal sapore non oggettivo, ma strettamente soggettivo e dipendenti dal contesto ideologico-sociale. Concordo pienamente, avendo una cultura di matrice cristiana, sul fatto che frequentare donnine discinte sia una pratica ben poco onorevole e decorosa. Ma c’è anche da dire (e giuro che qui non sto parlando in chiave politica, sto facendo una riflessione il più neutra possibile!) che forse (forse, ripeto) potrebbe essere considerato poco onorevole e decoroso frequentare i gay pride assumendo atteggiamenti pacatamente (ma comunque atteggiamenti) provocatori con i manifestanti. E mi riferisco a Nichi Vendola. Oppure può essere poco onorevole e decoroso (e qui, mi si consenta, forse un pelo criminale) effettuare aborti clandestini usando la pompa di una bicicletta. E mi riferisco al passato di Emma Bonino. Oppure sperare in una maggiore liberalizzazione delle droghe leggere, riferendomi ai radicali.
Morale: siamo d’accordo sul fatto che adottando categorie non oggettive (come morale, onore, decoro, al contrario della legge, che è oggettiva) allora non è solo Berlusconi a trovarsi ad anni luce dal vecchio Camillo Benso? Questo non per giustificare la sua lussuria: semplicemente perchè in quasi nessuna persona che non stima Berlusconi riesco a trovare la capacità di riconoscere che se moralità ci deve essere, ci deve essere per tutti. E se questa non c’è, ci deve essere condanna (sociale, ovviamente) per tutti.
Insomma: qualcosa non mi torna, accidenti.

Buona sera.
do sono una prima minuscola risposta, usando parole non mie (sono arrivato da poco da Roma e sono un po’ cotto….)
“Le condizioni che legittimano il trasferimento d’ufficio per incompatibilità ambientale del pubblico dipendente si identificano in fatti e – o comportamenti, anche nella vita privata, che violino i principi dell’onore e del decoro e che per la loro risonanza ledano il prestigio e l’immagine esterna dell’ufficio, opuure in una condotta all’interno dell’ufficio che nella sua sistematicità e reiterazione pregiudichi ogni ulteriore proficua permanenza nella sede, o ancora in situazioni di conflittualità palesi e/o latenti con l’ambiente di lavoro, che pregiudichino ogni ulteriore proficua utilizzazione del dipendente nella sede di assegnazione, anche per il pregiudizio che ciò arreca alla funzionalità dell’ufficio.

T.A.R. Lombardia Brescia Sez. II, 29/01/2010, n. 417”

quanto al resto ne riparliamo domani….
notte.
V.A.

Teoricamente Ruby dice che non ha mai ricevuto 500 euri in contanti, mentre dall’altra c’è una mignotta che dice di avere ricevuto soldi da Silvio e si faceva chiavava 7 volte in 35 minuti, chi dirà la verità? La mignotta è chiaro, perchè come scritto anche nel post, è normalissimo che una persona di 70 se ne fa un tot in 1 ora. Allora, mi dico, è proprio vero che Silvio è il figlio della vergine Maria e che è resuscitato il 3o giorno secondo le scritture! MIRACOLO!!!!! E Noemi? Che fine ha fatto? Il Pezzo di ragazza di 18 anni (perchè lo è effettivamente) che chiamava Il premier “ZIO SILVIOOOOO!” No li se la deve essere fatta per forza, troppo losca una che ti chiama così! Anche se magari lui ce lo può aver fatto un pensierino per carità, anche se ha 70 anni suonati la F è sempre la F!!! Poi non se ne è sentito parlare!
SONO TUTTE MINCHIATE CHE SI SONO TIRATE IN BALLO PER COLPA DI IMBECILLI CHE VOGLIO INFANGARE SOLO UNA PERSONA!!!! PErchè la fiducia, a differenza di Mr. Prodi l’ha avuta! Allora lo si va a colpire su un personale!! Poi anche se fosse che è stato con una prostituta ma saranno cavoli suoi!! Certo non darà una bella immagine dell’ Italia ma intanto…

Voglio vedere se saliva Vladimir Luxuria a governo che saltava fuori!!!! Se c’era Mr. Prodi era Mortadella, Se c’è MR. Berlusca è BUNGA BUNGA, per me è solo la moda di lamentarsi per la qualsiasi e punto!!

Ciao Alberto!

ultimamente pare che anche Nicole Minetti «una persona intelligente, preparata, seria. Laureata con il massimo dei voti e di madrelingua inglese» sia in po’ arrabbiata con il Presidente.
in ogni caso consiglio di leggere questo articolo, tratto un giornale la cui redazione, come noto è un covi di comunisti leninisti della peggior specie: il Sole 24ore…
ecco il link: http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-01-26/innalzamento-toni-131331.shtml?uuid=AaEB362C

notte.
V.A.

Grazie Mille lo leggerò senz’altro!

chiedo scusa per una virgola mancata e un “covi” di troppo. meglio che vada a nanna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: