Il Calabrescia pensiero

Aaaah, la movida…

Posted on: 15 marzo 2011

E’ un toro scatenato il Procuratore aggiunto Nicola Cerrato, capo del pool milanese che si occupa di ambiente e sicurezza: una lotta senza mezze misure ai locali della movida milanese non in regola.

La protesta s’infiamma dopo la chiusura dei locali “Scimmie” di via Ascanio Sforza e “Casa 139” di via Ripamonti. Sale a circa sessanta-settanta, il numero di locali sottoposto a provvedimenti di vario tipo.

Ah, le proteste. Noi italiani, dovremmo avere tutti una laurea honoris causa in protestologia. Con specializzazione in protestologia clinica.

Eh, come no, bisogna protestare se il cattivo Procuratore o il Comune di Milano decidono che un locale si debba chiudere (molte volte si tratta di una chiusura temporanea di brevissimo tempo, lo stretto necessario per ripristinare le necessarie condizioni di sicurezza) per delle irregolarità, a volte molto, molto gravi.

Un esempio su tutti? L’Holliwood: locale con otto uscite di sicurezza, quattro delle quali ostruite. Il tutto aggravato dal fatto che in questo locale possono accedere settecento persone; abitualmente veniva consentito l’accesso a più di mille. Eh, come poter accettare che un Comune OSI far chiudere per qualche tempo un locale che abbia la metà delle uscite di sicurezza non operative, e che permetta l’accesso a un numero di persone tale da rendere insufficienti anche tutte e otto le uscite di sicurezza (figuriamoci quattro)?

A questo si aggiungano locali che cucinano cibi fregandosene bellamente (ed elegantemente, siamo a Milano) delle norme igienico-sanitarie (vergogna, non dovete chiudere, che sarà mai una intossicazione alimentare una volta ogni tanto), o locali in cui gli scontrini pensano che siano piccoli incidenti stradali. Ma sì, chissenefrega, pazienza se a causa di tutti questi esercizi commerciali che non pagano le tasse, alla fine, lo Stato dovrà far quadrare i conti aumentando le tasse ai dipendenti statali, categoria per la quale l’evasione fiscale è una Mission Impossible.

Pare, addirittura, che siano in programma delle manifestazioni contro questi provvedimenti. “Ammazzano il divertimento”, dicono.

Già le vedo, le mamme, i parenti di probabili morti in un incendio nel locale in cui le uscite di sicurezza erano ostruite. Già li sento i lamenti di un intossicato da un panino farcito di chissà cosa. Siamo tutti bravi a lamentarci quando non si prendono provvedimenti, e la situazione degenera.

Siamo tutti bravi a lamentarci quando vengono presi provvedimenti e gridiamo, perchè fa tanto fashion, alla dittatura.

Un consiglio ai lamentosi di turno: Milano è grande, piena di locali, anche se ne chiudono uno o più per qualche giorno prendete il culo e andate da qualche altra parte. Perchè francamente, mi lascia tra il divertito e lo schifato fare un paragone tra il contegno di un giapponese a cui è stata asfaltata la casa e non ha più un cazzo, e il lamentismo italico di un milanese che, poverino, deve fare cento metri in più per andare a ubriacarsi il sabato sera. A calci nel culo, i cento metri.

Eh.

Annunci

4 Risposte to "Aaaah, la movida…"

1- Hai perfettamente ragione! è giusto che i locali vengano controllati e alcuni anche chiusi, perchè se non sono in regola non han diritto di rimanere aperti! MA che lo facciano con tutti!!!! Perchè anche la questione dell’evasione fiscale, se vogliamo davvero bacchettare gli evasori prendiamoli tutti, non solo quelli che fan comodo! E andiamo a prendere anche gli stronzi che evadono nel loro piccolissimo negozio!!!

2- Non puoi paragonare i lamenti di un giapponese con quelli di un italiano, siamo in situazioni completamente diverse! E in ogni caso la gente è sempre libera di criticare e lamentarsi, grazie al cielo in questo paese siamo ancora in DEMOCRAZIA (per ora)!!!

Giusto, che lo facciano con tutti. Peccato che la bacchetta magica non l’ha nessuno, e per chiudere un esercizio ci vogliono riscontri oggettivi forti: non è che la polizia entra nel barettino in pieno stile saloon, vede con la coda dell’occhio che non si fa uno scontrino e fa sbaraccare all’istante ogni anima chiudendo tutto per tre mesi. Vengono chiusi solo quelli che vengono beccati, ahimè.

Hai ragione, siamo in situazioni completamente diverse. I giapponesi hanno perso pressochè tutto, tra beni e affetti, e li vedi comunque decorosi e ordinati. Non si lamentano. Noi che stiamo bene, ci lamentiamo non perchè dei locali vengono chiusi senza motivo, ma perchè dei locali vengono chiusi per motivi più che giustificabili! Siamo un popolo di piagnoni, che anche di fronte a provvedimenti giusti dell’autorità sente il bisogno di andare a piagnucolare in piazza.

Democrazia è una parola meravigliosa. Smettiamola di associarla ai piagnistei.

Io non definirei piagnistei nessun genere di libertà di pensiero!
Piagnisteo è la gente che si piange addosso e rimane con le mani in mano! Quello è piagnisteo, ma una qualsiasi persona che decide di manifestare, scrivere su un giornare o altro per perorare una causa (che a te e a me possono sembrare anche sbagliate) rientra nella sfera della libertà di pensiero! E ANCHE QUESTA PAROLA insieme alla parola DEMOCRAZIA sono sacro sante e SPERIAMO non vengano soppresse….

Vabbè, allora lamentiamoci di tutto. Esistono leggi, che vanno rispettate. Se una legge non viene rispettata, ci sono sanzioni. Date le sanzioni a seguito di una legge non rispettata bisogna stare zitti, rimettersi in regola, e stare attenti a non far più cazzate. Piccola digressione: dicono che il nucleare in Italia sarebbe pericoloso, perchè siamo abituati a gestire male qualsiasi cosa. Forse hanno ragione a dir così. Perchè un popolo che si schiera contro l’autorità, quando l’autorità provvede a rimettere in sicurezza una struttura (non una struttura nucleare, un bar del cazzo) un popolo che si lamenta quando sono necessari provvedimenti per rimettersi in regola, ecco, un popolo del genere forse davvero non è pronto per il nucleare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: