Il Calabrescia pensiero

Mi-Sex

Posted on: 7 aprile 2011

Vi giro alcuni stralci di un pezzo scritto dall’amica Costanza Miriano, scrittrice e giornalista del tg3. Si tratta della prossima apertura della fiera del porno a Milano: il Mi-Sex.

“Quello che invece vorrei spiegarmi ma proprio non ci riesco, è: perché i moralizzatori dei costumi non scendono in piazza per difendere le loro caste pupille dalla fiera del porno?

Perché la loro indignazione va a momenti?

Perché il 13 febbraio c’è stata una manifestazione in piazza e domani no?

A chi dice che non era solo contro i festini a sfondo sessuale, chiederei: perché manifestare contro chi si sarebbe guadagnato una carriera politica attraverso favori sessuali e non contro chi accede per ragioni di parentela, di lobby affaristiche, di organizzazioni più o meno trasparenti, di gruppi di potere?

La risposta è chiara, perché la manifestazione del 13 era in realtà una manifestazione politica. Legittima, ci mancherebbe. Ma forse più onesta se dichiarata.

La cosa che proprio non riesco a capire, poi, è tutta la polemica sull’uso del corpo delle donne. Ci sono donne che liberamente decidono di usare il loro corpo, di vendersi in vari modi, ma è un diritto che le donne si sono conquistate grazie alle battaglie femministe delle proprie madri o sorelle maggiori. Quelle stesse che hanno lottato perché la sessualità fosse svincolata dalla procreazione, grazie alla contraccezione e casomai all’aborto (quello sì una vera offesa al corpo della donna, oltre che del bambino).

Mi dispiace molto per queste donne. Quanto all’indignazione, è una funzione per la quale purtroppo non sono programmata: devo avere un blocco. Mi basta guardarmi allo specchio per farmi venire da ridere all’idea di bacchettare qualcuno. Le tracce del male le vedo in quel mistero che sono a me stessa, e se non lo metto in atto tutto, quel male, è solo perché forse Qualcuno mi tiene una mano sulla testa. L’indignazione per un modo non armonioso di vivere la sessualità, poi, chiedetela a qualcun altro, non a un cattolico. Chi è cattolico può guardare con serenità al proprio verminaio interno, e anche a quello altrui, perché sa che Dio si è fatto uomo ed è morto proprio per questo.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: