Il Calabrescia pensiero

Monti ha parlato con la Merkel! (quando la lamentela è sport nazionale)

Posted on: 25 novembre 2011

Ieri Monti ha discusso con Sarkozy e con la Merkel riguardo alle varie misure fiscali/finanziarie che intende intraprendere per cercare di sistemare un pochettino gli italici conti. Ma sì, proprio quel colloquio alla fine del quale la Angela ha rivelato al mondo di “essere impressionata dalle misure di Monti”, venendo immediatamente rimbeccata da Siffredi con un lapidario “tsè”.

Non stiamo a dire la rava e la fava sull’oggetto delle loro discussioni (ne uscirebbe un pezzo lunghissimo e di una noia letale), parliamo piuttosto delle reazioni della politichetta (e parzialmente, del solito popolo bove) di casa nostra. Le quali reazioni si potrebbero riassumere come segue:

Monti oramai trama con la Francia e la Germania, oramai l’Italia non appartiene più al popolo sovrano. Per colpa del cattivo Monti, diventeremo schiavi delle banche, delle potenze straniere e del ragionier Filini.

Cari politichetti, caro popolo bove prontamente corso ai forconi: non vi  pare, forse, che sia cosa saggia discutere dei provvedimenti che si intende applicare in Patria, se quei provvedimenti servono a cercare il risanamento finanziario, e non vi pare cosa saggia discuterne proprio con quei due Paesi che -magari ancora per poco, per carità- attualmente sono la punta economica della zona euro?

A parte questo, cari politicantucci della domenica, non pensate che, ad ogni buon conto, Monti avrebbe potuto promettere anche di tassare ogni singola minzione di ogni singolo italiano (mandando così all’aria il bilancio della Rocchetta) ma che comunque quella tassa, per essere applicata, dovrebbe IN OGNI CASO passare per il Parlamento ed essere approvata? Con tanto di firma di Napolitano e, semmai, pure una Sentenza di Corte Costituzionale?

Suvvia, politicantucci, dove arcidiavolo la vedete la lesione della sovranità popolare?

Comunque vah, mò chiamo il Mario e gli dico, prossima volta che va a parlare con qualche capo di Stato, di discutere del tempo e dell’ultima partita della juve.

Sempre che gli interisti non vedano lesa la loro sovranità.

 

Annunci

7 Risposte to "Monti ha parlato con la Merkel! (quando la lamentela è sport nazionale)"

Il punto non è che parli con capi di stato di altre nazioni dei provvedimenti che vuole applicare, ma che non faccia prima una presentazione del proprio programma al parlamento.
D’altra parte, il soggetto non è stato eletto da nessuno, e quindi non risponde a nessuno vero?
Si tratta solamente di sovranità Nazionale, le politiche economiche in un paese normale sono proposte dal governo al parlamento, discusse e portate al limite in Europa, qui invece avviene l’incontrario, Monti va in Europa, spiega il suo piano a capi di governo, MA LUI DEVE ANCORA PRESENTARLO al PARLAMENTO!!!

Il pres del cons, come Costituzione insegna, non è MAI eletto dal popolo, ma SEMPRE nominato dal pres della Repubblica. In secondo luogo, nessuno comanda che una legge non possa essere discussa PRIMA con altri soggetti che non siano il Parlamento: la cosa fondamentale è che il Parlamento approvi, emendi o addirittura non approvi. Punto. Per il resto, Monti potrebbe venire a parlare prima con me, con te o con un anziano del ricovero “Genzianella”, che a nessuno dovrebbe importare nulla.

sembra palusibile la tua osservazione, chi impedisce ad un capo di governo di discutere le leggi con chiunque, prima di sottoporle al parlamento??? in realtà è evidente, che il ruolo di questi tecnocrati, è molto chiaro.
Noi decidiamo cosa è meglio fare e quali provvedimenti dobbiamo far approvare, il parlamento sarà solo il luogo dove essi saranno approvati, e basta!
E’ possibile ti chiedo, che ancora i cittadini non conoscano il programma di questo fantomatico governo tecnico e lo conosca la MERKEL?????
se non ti pare almeno bizzarro…

Sarà forse che la Merkel sta al comando di quella che attualmente è la superpotenza economica europea, quindi è buona cosa dimostrare A LEI e alla Germania (che potrebbe contribuire ad aiutarci economicamente, in tal modo) che siamo sì in crisi, ma che intendiamo adottare strumenti per venirne fuori efficacemente? Se il risultato è evitare che i Paesi economicamente più forti della zona Euro ci considerino sul punto di fare crack, come la Grecia, allora sono pronto a sopportare situazioni anche “bizzarre” ma, ripeto, assolutamente non contrarie ad alcuna regola. Perché, ripeto, l’importante è che il Parlamento ne prenda visione (prima o dopo la Merkel non conta nulla) con tutti i poteri di prendere le montiane proposte e buttarle nel cesso. Il resto è chiacchiericcio da casalinghe e bottegai.

Non si tratta di chiacchericcio, ma di una reale e chiara manovra per togliere sovranità alle Nazioni, in vista di un grande e supremo economico europeo che dirigerà le nostre economie!
Il passaggio è già chiaro, se il parlamento non approverà le monovre decise dalla comunità europea Monti dichiarerà il fallimento dello Stato, costringendo di fatto il parlamento alla semplice approvazione.
Il golpe è già in atto da tempo, prima la moneta unica, poi il governo economico unico!!! ti è chiaro il concetto?
Quindi il fatto che Monti non preannunci le misure al parlamento indica già il passaggio, le misure ecominiche sonod ecise da altri, i parlamenti devono solo approvarle ( se no vedi te lo spred!!!)

A parte il fatto che mi pare la solita teoria complottista, ti faccio questa domanda: il sistema economico USA ti pare così brutto? Perché è proprio come tu lo descrivi: tanti stati confederati che rispondono ad un unico sistema economico. E nessuno di questi è mai restato con le pezze al culo, come invece è accaduto x la Grecia e, forse, succederà a noi

a riassunto del mio pensiero… splendido articolo…

Il premier imposto dal golpe in Parlamento si appresta ad inginocchiarci, a spogliarci e a spremerci come limoni. E questo lo sapevamo. E’ un commissario scelto dai banchieri e dall’estero, e questo lo sapevamo.
Non potevamo però immaginare la maleducazione, la tracotanza, la sfrontatezza che avrebbe dimostrato alla prima occasione. Si è incontrato con i suoi sodali, con i portaordini sovranazionali Merkel e Sarkozy. Ha esposto loro il piano tramite il quale intende spogliarci di tutto, in buona parte proprio a vantaggio loro. Si è dimenticato che in teoria, in pura teoria, il popolo è sovrano e che in teoria, in pura teoria, egli non è un commissario straniero ma il rappresentante della Nazione.
Quindi, almeno formalmente, avrebbe dovuto informare prima la gente cui è stata imposta la sua carica politica, ovvero gli italiani, e solo poi informarne gli “alleati e partners”.
Ha invece preferito spiegare ai padroni come spremerà gli schiavi.
Senza nemmeno preoccuparsi delle forme.
Preparatevi al resto e se non aveste proprio capito di cosa si tratterà ora fate un piccolo sforzo…
Questo qui vi disprezza talmente che neanche si preoccupa d’informarvi di quello che farà di voi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: