Il Calabrescia pensiero

Aboliamo gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari?

Posted on: 26 gennaio 2012

Nel 1978 vengono aboliti i manicomi tramite la legge Basaglia.

I manicomi. Senza dubbio di strutture inumane. I malati venivano imprigionati, più che curati. Prendi il malato, lo infili in manicomio, se hai un pochino di pietà lo sedi, altrimenti alè con gli elettroshock e il menefreghismo generale. Era necessario chiudere?

No.

Era necessario prendere queste strutture e regolarle a dovere. Era necessario introdurre cure serie. Era necessario iniziare a vedere il malato di mente come un essere umano. Rispettarlo e curarlo, non rinchiuderlo in una stanza facendolo crepare tra i suoi escrementi.

Cosa si è fatto? Si è chiuso tutto. Tipica italianata: qualcosa non funziona? Non lo si aggiusta, si chiude e poi chissà.

Spero non dobbiate mai sopportare il dispiacere di un parente mentalmente malato. Non c’è bisogno di immaginare granché, basta pensare alla tipica nonna malata di alzheimer. Spero non dobbiate sopportarlo perché oltre al dolore umano c’è anche un enorme problema gestionale.

Le malattie mentali sono patologie che impongono cura e attenzione 24 ore su 24. Di palle non ce n’è. E’ come avere in casa una persona in coma. Non è che prendi e vai a lavorare, non è che la lasci da sola, qualcuno deve rimanere. Ecco: da più di 30 anni la legge Basaglia (coi suoi nobili intenti e idioti risultati) sta mandando a farsi benedire centinaia di famiglie. Non è più possibile porre queste persone malate in strutture nelle quali possano essere seguite con la necessaria attenzione e diligenza.

Il malato di mente può essere coattivamente ricoverato in ospedale solo se “esistano alterazioni psichiatriche tali da richiedere urgenti interventi terapeutici, se gli stessi non vengano accettati dall’infermo e se non vi siano le condizioni e le circostanze che consentano di adottare tempestive ed idonee misure sanitarie extraospedaliere.”

Della serie: ci deve essere già una grave alterazione psichica (la situazione deve già essere sfuggita di mano alla famiglia), il malato di mente deve rifiutare di sottoporsi alle cure a casa propria (della serie: c’è una fortissima alterazione psichica ma pensiamo che il paziente possa decidere consciamente riguardo alle proprie terapie) e se, in buona sostanza, non vi sia proprio altra scelta se non il ricovero ospedaliero.

Tradotto: il ricovero è possibile solo dopo che la famiglia e il malato stesso siano andati vicini, vicinissimi al punto di rottura.

Non solo: tutta la procedura per rendere possibile il “ricovero coatto”, il cosiddetto TSO, prevede un’insieme di decisioni prese da un medico, un sindaco e un giudice. Gran bella procedura d’emergenza. Come se per andare in soccorso di una nave che affonda bisognasse avere prima il permesso del sindaco del paese, del prete, del panettiere e chiedere per favore al comandante.

Se poi tutto va bene la durata massima del ricovero è di 7 giorni, rinnovabili di volta in volta.

Ri-tradotto: famiglie, arrangiatevi voi, lo Stato interviene solo in caso di estrema necessità. Se il malato di mente completamente non autosufficiente “decide” di essere sottoposto a cure a casa propria, allora bisogna attrezzarsi privatamente. O un membro (o più) della famiglia molla il lavoro per seguire il malato, oppure si assume una persona che lo faccia. E sono denari, tanti soldi che non tutti possono permettersi.

Non era più intelligente fare in modo che il trattamento dei malati psichici nei manicomi fosse uniformato a criteri di umanità e scientificità come in qualsiasi ospedale degno di questo nome? Macché.

Ora, in un risveglio generale di buonismo e idiozia, vogliono abolire gli OPG. Gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari sono strutture nelle quali viene temporaneamente rinchiuso chi si sia macchiato di un reato e venga prosciolto per “infermità psichica, ovvero per intossicazione cronica da alcool o da sostanze stupefacenti, ovvero per sordomutismo” (o più semplicemente “prosciolto perché incapace di intendere o volere”).

Gli OPG, oggi, escluso forse quello di Castiglione delle Stiviere in provincia di Brescia, sono delle strutture gestite in maniera assolutamente indecorosa. I malati non vengono curati come dovrebbero. Questo imporrebbe una seria riorganizzazione degli istituti, non la loro chiusura.

Altrimenti che succede? O mescoliamo detenuti malati di mente e non malati di mente e rischiamo che si facciano bellamente del male tra loro, oppure creiamo dei reparti appositi per i malati di mente nelle prigioni “normali”, rendendo inutile, a questo punto, la chiusura degli OPG. Che senso avrebbe, infatti, chiudere strutture adibite alla riabilitazione dei malati mentali per poi aprire appositi reparti separati nelle prigioni ordinarie?

Spero che si trovi una soluzione ragionevole, che possa tutelare sia i malati sia chi malato non è. Perché è vero che ogni uomo è uguale a tutti gli altri riguardo alla sua dignità, ma è anche vero che ognuno di noi ha esigenze diverse. C’è chi può mangiare solo certe cose per via di alcune allergie, c’è chi ha due gambe e chi purtroppo ne ha una sola, c’è chi ci vede bene e chi ci vede male, c’è chi ragiona e chi purtroppo ha il cervello malandato. Non confondiamo la assoluta e imprescindibile necessità di un’eguale dignità tra tutti gli uomini con una necessità, invece, di garantire le differenze di trattamento tra uomo e uomo per meglio rispondere alle esigenze di ognuno.

E garantire cure e strutture adeguate a spese dello Stato per i malati mentali, signori miei, mi sembra un gesto di grande responsabilità sociale e rispetto della persona umana. Sicuramente più che lasciare che la gente se la veda privatamente con la malattia e possa ricorrere all’aiuto dello Stato e di strutture apposite solo quando il nonno, lo zio, la zia o chi per essi abbia deciso di farsi o fare inconsciamente del male.

Annunci

1 Response to "Aboliamo gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari?"

Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: