Il Calabrescia pensiero

Info

This is an example of a WordPress page, you could edit this to put information about yourself or your site so readers know where you are coming from. You can create as many pages like this one or sub-pages as you like and manage all of your content inside of WordPress.

8 Risposte to "Info"

questo non è un blog, questo è un tuo sfogfatoio.

Intrigante neologismo! Ma vedi, io credo che ogni blog sia lo “sfogfatoio” di un blogger 😀

Come mai hai levato la citazione del nome della ex segretaria del PD di C. (San Miniato -PI)?

Condivido senza riserve la tua scelta di rimuovere il post circa la vicenda della ragazza pisana del pd, questo dimostra che confidare sulla ragionevolezza altrui non è mai una cattiva scelta.
Spero tu voglia far lo stesso nel profilo di facebook dove ancora ne compare il nome.

Ho capito… intimidazioni

Non mi pareva proprio, solo una richiesta di coerenza
A me del pd e della lotta politica non frega nulla.
Ma non vedo in che modo conoscere nome e cognome della ragazza (che sicuramente già non vivrà un bel momento) possa aggiungere o togliere qualcosa alla notizia
Queste non sono intimidazioni, sono consigli di buon senso, tutti nella vita abbiamo fatto qualcosa di cui ci siamo pentiti, questo non significa necessariamente che dobbiamo essere additati al pubblico dileggio

L’ho tolto perché alle mie parole si stavano aggiungendo commenti di persone che (seppur attingendo da documenti pubblici) stavano, a mio parere, esagerando. Una persona è arrivata a pubblicare il numero di cellulare (ripeto: attingendo da documento pubblico, che linkava) della ragazza. Per questi motivi ho deciso di eliminarlo. Non perché ritenessi, personalmente, di aver scritto parole ingiuste, né perché ritenessi che le parole altrui lo fossero; semplicemente ho ritenuto superato il confine del buon gusto. Intimidazioni? No, ho ricevuto solo abbondanti insulti, ma ci sono avvezzo. Perché ho pubblicato? Che domande sono, dove sono finiti tutti i sostenitori della morale, della chiarezza, della libertà di stampa? Perché questa domanda? Badate bene che tutto quanto da me scritto era pubblico!

Riassumendo: perché ho pubblicato? Semplice notizia: ho fatto, forse, capire, divulgando informazioni peraltro già a tutti accessibili, come mescolare politica e morale possa essere dannoso per la persona interessata. Far capire quanto fossero nauseabonde e false quelle manifestazioni “no Cav” nelle quali gli eventiali aspetti penali delle sue vicende scopereccie passavano in 2 o 3 piano, e dove l’argomento trainante era “la dignità delle donne”, con Silvio che compariva come un vecchio satiro dedito a traviare giovani e sprovvedute vergini. E per arrivare alla scherzosa enunciazione “Libera mutanda in libero Stato”.

Perché ho cancellato? Perché pur non avendo fatto nulla di male, ho ritenuto superato il confine del buon gusto. Non esiste solo il confine lecito/illecito, ma anche il confine bene/male. Io, ritenendolo superato, ho autocensurato un pezzo che, modestamente, mi stava portando molto in alto a livello di visibilità. Non è stato fatto lo stesso quando si parlava di berlusconiani pruriti: sì, era giusto indagare su eventuali aspetti penali, ma non potete negare che da quelle vicende sia scaturito tutto un surplus di nomi, e cognomi, e particolari di donne e ragazze che, nel caso (non ne siamo sicuri!), avevano l’unica colpa di essersi fatte dare una bottarella. Tra l’altro, da un ottantenne operato alla prostata. Ancora devo capire come abbia fatto. E’ evidente che il suo andrologo dovrebbe essere insignito di cinque o sei premi Nobel.

Basta, piantiamola di pensare che se un uomo o una donna vengono eletti, in automatico abbiano il dovere di trasformarsi in tanti San Francesco e Santa Rita: sono, e rimangono, esseri umani che, come tutti, devono rispettare la legge. Senza eccezioni. La morale è esclusa. Sempre che l’atto immorale non sia anche illegale, s’intende.

Vi saluto. LIBERA MUTANDA!

Sono certo che non parli di me quando denunci insulti e intimidazioni, non scrivo da anonimo e non manco di rispetto a nessuno, a prescindere.
Però impariamo a distinguere tra lotta politica ed etica privata,
Berlusconi è l’uomo + famoso d’italia e più potente d’italia, ricopre la + alta carica politica del paese, possiede eserciti di avvocati (molti dei quali artefici delle + recenti leggi sulla giustizia); non penso proprio abbia bisogno di una mia difesa d’ufficio. Analogamente potrei parlare di Marrazzo, Emilio Fede, Strauss Kahn (cito coloro che mi vengono in mente a casaccio, in ordine sparso e senza omissioni per parte politica).
Molto diversa è la posizione di persone che non hanno commesso reato alcuno e che non susciterebbero alcun interesse se non militassero in un partito politico.
Chiudo qui i miei interventi, non desidero annoiare ulteriormente ma politicamente, tra i citati esempi, solo uno tra loro non ha presentato le proprie dimissioni che sarebbero quanto meno doverose.
Un saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: