Il Calabrescia pensiero

Posts Tagged ‘Obama

E’ dell’ultim’ora l’assurda voce che viene dal Ministero dell’Istruzione: pare che vogliano spostare a settembre (l’eventuale decreto sarà firmato mercoledì) tutti i test di ammissione alle Facoltà universitarie a numero chiuso.

La decisione del precedente governo di anticipare tali test dal mese di settembre al mese di luglio aveva provocato non poche polemiche; ma una modifica delle regole a un mese e mezzo dagli esami (io parlo, in particolare, di quelli per l’ammissione a Medicina e Chirurgia) è un gravissimo danno a tutti coloro che finora hanno impostato le loro scelte economiche e di vita al fine di poter sostenere queste difficili prove; qualcuno ha pensato a chi ha dovuto prenotare un volo e un soggiorno? A chi ha organizzato visite e ricoveri ospedalieri affinché non cadessero nel mese delle prove di ammissione? A chi ha studiato, buttando sangue, durante gli ultimi mesi di scuola superiore, con la maturità alle porte, non potendo contare sulla tranquillità dell’estate? A chi ha buttato soldi in ripetizioni in un periodo (pochi mesi prima della maturità) in cui le lezioni di ripetizione costano più del solito?

Non sarà una vergognosa manovra per raccattare più soldi? Fare i test a luglio significa avere meno candidati: e se contiamo che ogni candidato paga 50 euro… ma allora cosa siamo, studenti o bancomat???

La protesta è già vivissima sulla pagina facebook del ministro dell’istruzione Maria Chiara Carrozza.
https://www.facebook.com/pages/Maria-Chiara-Carrozza/267651383363047?fref=ts

E si presume che la protesta coinvolgerà pure il Movimento 5 Stelle e Sinistra Ecologia e Libertà, dato che sono loro ad aver proposto questo assurdo decreto.

Ovviamente coinvolgerà anche il solito sgangherato Partito Democratico, al quale il Ministro Carrozza appartiene…

MERCOLEDì NON CAMBIATE LE DATE DEI TEST D’INGRESSO A UN MESE DAL LORO SVOLGIMENTO, SEMMAI FATELO A PARTIRE DAL 2014! LE PERSONE NON SONO BURATTINI!

Annunci

Bin Laden è stato ucciso in un blitz americano mentre si trovava nella sua casa fortezza vicino a Islamabad (Pakistan) da un commando U.S.A. di quattordici Navy Seals. Obama lo ha annunciato in un discorso in diretta alla nazione, svegliando gli americani nel cuore della notte (4 del mattino circa, ora italiana).

Il terrorista ha opposto resistenza armata quando le forze speciali americane sono entrate nel suo rifugio, così riferiscono fonti del Pentagono.

La prima foto diffusa che mostra il volto sfigurato di Bin Laden è palesemente un falso: lo conferma un comunicato della CIA, il quale suona pressappoco così: “Qualsiasi foto circoli riguardo al cadavere di Bin Laden è falsa: le foto le abbiamo noi e non le abbiamo ancora rese pubbliche.” Non bisogna, sulla base di questa fotografia taroccata, credere che tutta la vicenda sia una bufala: sarebbe stupido credere che un presidente degli Stati Uniti basi un discorso alla nazione e dia notizie di questa portata sulla base di una storiella inventata, e portando come prova una semplice fotina modificata maldestramente. Scatenando -tra le altre cose- l’ira dei terroristi che si sarebbero certamente sentiti presi per il culo e non avrebbero esitato a divulgare un video con Bin Laden vivo che, semplicemente, dice: “Oh, che cazzo vi siete fumati?”

Solo questo ragionamento logico dovrebbe spazzare ogni dubbio sulla veridicità della vicenda.

I talebani prendono spunto dall’evidente sofisticazione della foto per dichiarare che tutta la vicenda sia, in realtà, una colossale montatura. Insomma, “Avete usato photoshop, in verità Osama è ancora vivo.” Salvo poi arrendersi all’evidenza dei fatti e ammettere l’avvenuto decesso.

Per ora ci sono filmati e fotografie che verranno pubblicati quanto prima, oltre a un esame del DNA sul cadavere che ne accerta in maniera inequivocabile l’identità. Per essere sicuri, si è anche ricorso all’identificazione da parte di una delle mogli del terrorista, arrestata nelle circostanze della medesima operazione militare, la quale ha, oltre ogni ragionevole dubbio, confermato che si tratta proprio di Osama.

Il presidente Obama ha detto che l’operazione d’intelligence durava da mesi, a partire, per la precisione, da agosto 2010. Grande festa dal momento della divulgazione della notizia. A New York la gente si è raccolta festante a Times Square e a Ground Zero. Il Dipartimento di polizia di New York ha diffuso immagini del crollo delle Torri Gemelle dell’undici settembre mai viste in precedenza.

Stiamo a vedere.

A seguire, potrai visualizzare il rifugio visto dal satellite, le immagini girate dagli americani nel rifugio di Bin Laden immediatamente dopo lo scontro a fuoco, il comunicato del Presidente degli Stati Uniti, e la falsa fotografia girata in rete.

ISCRIVITI ALLA PAGINA FACEBOOK “IL CALABRESCIA PENSIERO”

La falsa fotografia del cadavere. Evidente fotomontaggio.



    • Piero Sallusti: te saluto......pure i galli hanno capito che il mentitore di professione era solo un cavallo di troia per indagare Valle....un finto accusatore, d'acc
    • Franco (@Francostars1): Gli atti osceni in autovettura possono essere evitati come reato se i vetri sono appannati o tutti coperti, come citato dalle Sentenze della Cassazion
    • calabrescia: Esistono anche assassini magri. E non possiamo sapere se Simonetta non conoscesse il Valle.
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: